Scadenza 01-09-2016 Europa per i cittadini 2016

Gli obiettivi generali del programma sono:
- contribuire alla comprensione, da parte dei cittadini, della storia dell'UE e della diversità culturale che la caratterizza;
- promuovere la cittadinanza europea e migliorare le condizioni per la partecipazione civica democratica a livello comunitario.Più nel dettaglio, sono finanziabili nell'ambito dell'Asse 1 - Memoria Europea per gli anni 2016-2020 progetti focalizzati su:- ostracismo e perdita della cittadinanza sotto i regimi totalitari;- transizione democratica e adesione all'Unione Europea.Nell'ambito dell'Asse 2 - Impegno democratico e partecipazione civica, le priorità individuate sono:- lottare contro la stigmatizzazione degli "immigrati" e costruire contro-narrazioni per incoraggiare il dialogo e la comprensione reciproca;- comprendere e discutere l'euroscetticismo;- dibattito sul futuro dell'Europa;- la solidarietà in tempi di crisi.

 

Maggiori informazioni alla pagina Europa per i cittadini


Finanziamento di progetti ad impatto sociale – Johnson&Johnson

La Fondazione nasce per realizzare concretamente il dettato del credo del gruppo Johnson & Johnson: 'persone sane in un ambiente sano'. L'idea di fondo del credo è di coniugare lo sviluppo della salute con il progresso sociale e la crescita economica. La cultura aziendale è basata su un assunto: bisogna curarsi del prossimo e del pianeta.
Gli ambiti di intervento dei progetti finanziabili sono i seguenti: assistenza sanitaria alla comunità, salute dei bambini e delle donne, formazione nel campo della gestione sanitaria, Hiv/Aids, responsabilità verso la comunità.
Il soggetto proponente deve poter dimostrare una conoscenza approfondita del territorio su cui andrà ad operare, serietà e professionalità, capacità di produrre risultati tangibili.
I progetti devono proseguire almeno per un anno dopo quello di erogazione del contributo.

 

Maggiori informazioni sul sito 


Scadenza 30-11-2015 Fondi 8x1000 Tavola Valdese 2015

Possono accedere ai fondi Otto Per Mille Opere della Chiesa Evangelica Valdese-Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi e della Chiesa Valdese del Rio de la Plata, Enti ed Opere di altre Chiese evangeliche o cristiane, Agenzie ed Organismi ecumenici, Enti, Associazioni, Agenzie e Opere laiche, Organizzazioni Non Governative. Non possono accedervi le persone fisiche.

Le richieste di finanziamento dovranno essere indirizzate a:
Tavola Valdese, Ufficio Otto per Mille, via Firenze 38, 00184 Roma.
Potranno essere spedite per posta normale o raccomandata.
Le richieste dovranno essere compilate secondo i moduli e le indicazioni scaricabili in questo sito.

Le domande giunte in ritardo o prive della documentazione obbligatoria richiesta non saranno prese in considerazione.


Scadenza 10-11- 2015 Iniziative e progetti di promozione sociale - Linee di indirizzo 2015

Sono state adottate le Linee di indirizzo per l’annualità 2015 per la presentazione di progetti e iniziative da parte delle associazioni di promozione sociale (ai sensi della legge n. 383/2000), da finanziare con il Fondo nazionale per l'associazionismo.

 

Anche per il 2015 ai contributi per la realizzazione delle proposte progettuali sono destinati 7.050.000,00 di euro.

La presentazione delle proposte progettuali dovrà avvenire entro le ore 12:00 del 10 novembre 2015, utilizzando esclusivamente la piattaforma informatica messa a disposizione dal Ministero in collaborazione con il CSVnet, all’indirizzo: www.direttiva383.it. Per consentire il necessario aggiornamento tecnico, la piattaforma informatica dedicata alla presentazione dei progetti sarà attiva a partire dai prossimi giorni. In ogni caso sul sito internet istituzionale del Ministero del lavoro e delle politiche sociali verrà data tempestiva notizia della sua attivazione.


Scadenza 02-11-2015 Premio regionale del volontariato

Sesta edizione del Premio regionale per il Volontariato, istituito dal Consiglio regionale della Valle d'Aosta, con la collaborazione del CSV, con la finalità di valorizzare il ruolo del volontario nella società e di diffondere la cultura della solidarietà.

Per l'edizione 2015, oltre al Premio, consistente in una somma in denaro di 5.000 euro per il miglior progetto sul territorio regionale, saranno assegnati due riconoscimenti del valore di 4.500 e di 4.300 euro per proposte particolarmente meritorie ed una menzione speciale per un progetto innovativo degno di un attestato di riconoscimento.

Le proposte di candidatura dovranno essere presentate entro le ore 13 di lunedì 2 novembre 2015, al seguente indirizzo:
Premio regionale per il Volontariato - Consiglio regionale della Valle d'Aosta - Ufficio attività culturali e cerimoniale - Via Piave, 1 - 11100 Aosta
oppure via fax al n. 0165/526259, oppure ancora mediante posta elettronica, all'indirizzo attivitaculturali@consiglio.vda.it.


Scadenza 31-10-2015 Fondazione Telecom Italia

La Fondazione Telecom Italia si rivolge ad enti e associazioni non profit in grado di intervenire in modo concreto e risolutivo sui problemi delle persone.  La Fondazione concentra attività e risorse in questi ambiti: sociale - patrimonio storico-artistico e ambientale - educazione, formazione e ricerca scientifica. Le erogazioni effettuate da Fondazione Telecom Italia verso i soggetti beneficiari sono disciplinate dall'apposito Regolamento di Rendicontazione. Gli enti no-profit e gli enti pubblici, previa registrazione al sito, potranno proporre la propria idea progettuale nei seguenti periodi dell'anno: dal 15 gennaio al 15 marzo 2015 e dal 1° settembre al 31 ottobre 2015. Una volta completata la registrazione, o aggiornata la stessa se già effettuata precedentemente, potrete presentare il vostro progetto compilando il form proposto e allegando eventuali documenti a supporto, ad esempio una presentazione del progetto che includa piano economico e GANTT. 

Per informazioni dettagliate, verificare la sezione Progetti e Bandi della Fondazione Telecom Italia.


Scadenza 15-10-2015 Servizio Civile: avviso per presentazione progetti 2016

Pubblicato sul sito del Dipartimento della gioventù e del Servizio Civile Nazionale l’avviso per la presentazione di progetti di servizio civile nazionale.

Dal 1° settembre 2015 e fino alle ore 14,00 del 15 ottobre 2015 gli enti di servizio civile iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali e delle province autonome possono presentare progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi in Italia e all’estero, da finanziare con le risorse relative all’anno 2016.

Gli enti iscritti nell’albo nazionale dovranno far pervenire i progetti esclusivamente al Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale. Gli enti iscritti agli albi regionali e delle province autonome dovranno presentare i progetti esclusivamente alle Regioni e alle Province autonome dove sono dislocate le sedi di attuazione dei progetti presentati.

I progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi all’estero dovranno pervenire esclusivamente al Dipartimento, indipendentemente dall’albo al quale sono iscritti gli enti che li presentano.

Al seguente link il testo completo del Bando per la presentazione dei progetti.


Senza Scadenza - Fondazione Enel Cuore

Enel Cuore nasce il 3 ottobre 2003 dalla volontà di Enel Spa -e delle società da essa controllate- di creare una struttura autonoma senza scopo di lucro attraverso la quale esprimere il proprio impegno nella solidarietà sociale a favore della comunità, secondo un ideale di cooperazione che mette al centro la “persona”.

Enel Cuore opera nell'ambito dell'assistenza sociale e socio-sanitaria, a sostegno dell’educazione, dello sport e della socializzazione, con particolare riguardo verso i bambini, gli anziani, le persone con disabilità.

Insieme a istituzioni, enti, associazioni e al mondo della partecipazione attiva, con i quali stabilisce un rapporto di parternariato, la Onlus di Enel promuove, in Italia e all’estero, iniziative tangibili e concrete, durature nel tempo e misurabili, caratterizzate da urgenza e gravità. I benefici dell’intervento devono arrivare direttamente ai soggetti svantaggiati e alle loro famiglie.

La Fondazione Enel Cuore sostiene iniziative con finalità di solidarietà sociale nei settori dell’assistenza sociale e sociosanitaria‚ dell’assistenza sanitaria‚ della beneficenza‚ dello sport dilettantistico e della tutela dei diritti civili nei confronti di soggetti svantaggiati‚ con particolare riferimento ai disabili‚ ai malati‚ all’infanzia e alla terza età.

Una iniziativa viene giudicata ammissibile se:

a. la scheda di presentazione è compilata in maniera corretta e completa;
b. l'iniziativa è coerente con gli obiettivi statutari di Enel Cuore;
c. le informazioni fornite consentono di qualificare il proponente come soggetto
solido ed affidabile;
d. il proponente è disposto al percorso di approfondimento;
e. il proponente non si trova in nessuno dei casi di esclusione tassativamente indicati da Enel Cuore e sopra riportati.

 L’invio della scheda di partecipazione non ha scadenza

Tutte le informazioni sul sito della Fondazione Enel Cuore.

 


Scadenza 21-09-2015 - Bando del Ministero per Progetti sperimentali di volontariato

l Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato le Linee di indirizzo relative al 2015 per la presentazione dei progetti sperimentali di volontariato finanziati con il Fondo per il volontariato istituito ai sensi della Legge 266/91. I progetti possono essere presentati da singole Organizzazioni di Volontariato (OdV) costituite da almeno 2 anni e regolarmente iscritte ai registri regionali del volontariato.
La presentazione della richiesta del contributo deve avvenire entro le ore 12.00 del 21 settembre 2015 esclusivamente (pena l’esclusione) tramite la piattaforma informatica (http://www.direttiva266.it/) realizzata da CSVnet per il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Le disponibilità finanziare ammontano a 2 milioni di euro che saranno impiegati per la realizzazione di progetti che dovranno avere un costo massimo di 30mila euro.

Anche quest'anno le Organizzazioni di Volontariato richiedenti il contributo possono inserire come quota parte del costo a loro carico – pari al 10% del costo complessivo del progetto - "la valorizzazione delle attività di volontariato", quantificabile come la stima figurativa del corrispondente costo reale che può essere soggetta solo ed esclusivamente a valorizzazione.

Sono molto ampi gli ambiti di azione su cui è possibile presentare progetti:

  • promozione della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani;
  • attivazione personale e cittadinanza attiva;
  • non discriminazione e pari opportunità;
  • accoglienza e reinserimento sociale di soggetti svantaggiati, anche con riferimento ai migranti, profughi e rifugiati;
  • fragilità, marginalità ed esclusione sociale;
  • tutela, sviluppo e valorizzazione dei beni comuni;
  • legalità e corresponsabilità;
  • prevenzione e contrasto delle dipendenze, inclusa la ludopatia;
  • sostegno a distanza;
  • volontariato d’impresa.

Scadenza 31-08-2015 Banca d'Italia

La Banca, nel rispetto delle norme statutarie e delle delibere assunte in materia dai competenti organi decisionali, concede contributi per iniziative d'interesse pubblico e somme a scopo di beneficenza.  Sono sostenute solo le iniziative presentate da una richiesta; le istanze, corredate di specifici elementi informativi (quali importo richiesto, piano illustrativo del progetto da realizzare, preventivi di spesa, documenti attestanti la presenza di fonti di finanziamento ulteriori rispetto a quanto richiesto alla Banca), vanno presentate entro ben definiti periodi dell'anno.

In particolare:

  • quelle pervenute dal 1° gennaio al 28 febbraio sono istruite e decise entro il mese di giugno
  • quelle pervenute dal 1° luglio al 31 agosto sono istruite e decise entro il mese di dicembre

In questa sezione sono pubblicati i criteri e le modalità che regolano la concessione di contributi a soggetti pubblici e privati nonché - con cadenza annuale - l'elenco dei beneficiari di importi superiori a mille euro. I criteri prevedono i settori verso i quali possono essere indirizzati gli interventi, precisano i principi da osservare nell'istruttoria delle richieste, definiscono competenze e poteri delle strutture e degli organi della Banca, fissano i termini per l'invio e l'evasione delle domande.

Maggiori informazioni direttamente sul sito.


Scadenza 30-06-2015 Bandi specifici Fondazione CRT

La Fondazione CRT, all'interno del suo piano di attività per il 2015, ha inserito tre bandi, i cui regolamenti saranno pubblicati nei prossimi mesi, uno con scandenza 29-05-2015, relativo a:

Assegnazione di mezzi di soccorso operativi in convenzione con i sistemi regionali 118. 

Due con scadenza 30-06-2015, che riguardano:

- Interventi di restauro e recupero del patrimonio storico, artistico e architettonico diffuso sul territorio del Piemonte e della Valle d’Aosta

- Interventi per la qualità della vita delle persone con disabilità


Scadenza 30-04-2015 Think for Social Fondazione Vodafone

Il bando è promosso da Fondazione Vodafone Italia. Saranno premiati i progetti più innovativi che utilizzano la tecnologia come strumento di sviluppo sociale sul territorio. Realizzato in collaborazione con PoliHub, l’incubatore del Politecnico gestito da Fondazione Politecnico di Milano che si occupa di affiancare le imprese innovative ad alto contenuto tecnologico, premia progetti che abbiano applicazione in tre macro ambiti principali: Salute e benessere, Cultura e istruzione, Agricoltura, alimentazione e ambiente.   “Think for Social” è rivolto a organizzazioni non profit, a studenti di scuola secondaria superiore e università ed a partnership nate da organizzazioni non profit e imprese (associazioni temporanee di impresa, spinoff aziendali o cofinanziamenti). I migliori 20 progetti presentati accederanno all’Innovation Weekend: due giorni di formazione  confronto.

 

Al termine di questa fase i candidati presenteranno il proprio lavoro per accedere alla seconda fase del bando, in cui saranno selezionati i 10 migliori progetti che avranno accesso ad un programma di accelerazione per 4 mesi all’interno di PoliHub e riceveranno un seed grant fino a 30 mila euro.

Tutte le informazioni sono sul REGOLAMENTO


Scadenza 15-04-2015 Fondazione CRT - Contributi ordinari

Grazie all'intervento della Fondazione CRT, come specificato nel piano di attività 2015 della Fondazione CRT, permane la possibilità di presentare domanda al di fuori dei Bandi della Fondazione; le domande, redatte utilizzando l’apposito modulo online “Richieste Ordinarie 2015” sulla base delle indicazioni fornite sul sito della Fondazione CRT. Le Richieste Ordinarie 2015 saranno valutate in due fasi istruttorie come indicato nel calendario: 15 aprile e 30 settembre 2015. Si ricorda che non potranno essere ammesse all’istruttoria domande di contributo presentate nelle Richieste Ordinarie per interventi rientranti in specifici bandi.


Scadenza 03-04-2015 KA1: Eventi di ampia portata legati al Servizio Volontario Europeo (SVE)

Questa azione mira a sostenere progetti di volontariato su larga scala (che coinvolgono almeno 30 volontari SVE) nel quadro di eventi a livello europeo o mondiale nel settore della gioventù, della cultura e dello sport (per esempio vertici mondiali per la gioventù, capitali europee della cultura, capitali europee per la gioventù, campionati sportivi europei, ecc.).Inoltre, in linea con il programma di lavoro annuale adottato dalla Commissione, verrà data priorità ai progetti che perseguono una o più delle priorità pertinenti descritte nei capitoli introduttivi in materia di "Gioventù" nella Parte B della guida http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/documents/erasmus-plus-programme-guide_en.pdfI progetti sostenuti prevedranno le seguenti fasi: Preparazione (inclusi gli accordi pratici, la selezione dei partecipanti, la preparazione linguistica/interculturale/relativa al compito dei partecipanti prima della partenza);
Attuazione delle attività del Servizio volontario europeo che permette ai giovani di età compresa tra i 17 e i 30 anni di esprimere il loro impegno personale attraverso un servizio volontario non retribuito e a tempo pieno per un massimo di 2 mesi in un altro paese. I volontari hanno l'opportunità di contribuire allo svolgimento delle attività e delle iniziative organizzate nel contesto di un evento europeo/internazionale.
Attività complementari: il progetto può includere l'organizzazione di attività complementari -come conferenze, seminari, incontri e workshop -finalizzate alla promozione del valore del volontariato (e soprattutto del Servizio volontario europeo) durante l'evento.
Follow-up, inclusa la valutazione delle attività SVE, il riconoscimento formale, ove applicabile, dei risultati dell'apprendimento dei partecipanti durante le attività, nonché la diffusione e l'utilizzo dei risultati del progetto).

maggiori info sul sito Erasmus +


Scadenza 15-03-2015 Fondazione Telecom Italia

Possono presentare progetti a Fondazione Telecom Italia enti privati senza scopo di lucro ed enti pubblici nei seguenti periodi dell'anno: dal 15 gennaio al 15 marzo 2015 e dal 1° settembre al 31 ottobre 2015.  

L'ente che vuole entrare in contatto con Fondazione Telecom Italia deve registrarsi al sito.  La registrazione semplice permette all'Ente di entrare nella rete di contatti di Fondazione Telecom Italia, ricevere notizie su attività e iniziative. Il completamento del Profilo Ente permette di proporre i progetti a Fondazione Telecom Italia attraverso la sezione Come partecipare del sito.

Gli Enti e, in particolare, i beneficiari dei contributi di Fondazione Telecom Italia, sono tenuti a mantenere aggiornato il
 proprio profilo e ad utilizzare quest'area per comunicare qualsiasi variazione nelle informazioni inserite.   Possono essere beneficiari degli interventi erogativi:
a) enti privati, che esprimano esplicitamente nello statuto l'assenza di scopo lucrativo;
b) enti pubblici che perseguano le proprie finalità in uno o più dei seguenti settori:

• assistenza sociale,
• educazione,
• istruzione,
• ricerca scientifica,
• tutela del patrimonio storico-artistico e ambientale.


Senza Scadenza - Fondazione Mike Buongiorno . Rete case Allegria

La Fondazione Mike intende estendere su tutto il territorio nazionale la rete delle “Casa Allegria”.

Possono candidarsi Organizzazioni del Terzo settore, Oratori, Enti pubblici, altri sponsor, interessati ad affiliarsi.

I requisiti richiesti sono:

– disporre di uno spazio (di proprietà o comunque nella disponibilità, per almeno sei anni), adeguato alle finalità del progetto “Casa Allegria”, con – di norma – una superficie minima di almeno 200 mq e con i requisiti strutturali e tecnici a norma con la legislazione vigente inerente interventi sociali ed educativi;

– avere elaborato un progetto culturale ed educativo coerente con le finalità del Progetto “Casa Allegria”.

L’affiliazione prevede che la Fondazione Mike fornisca know-how progettuale, formazione continua ed assistenza (anche on line) per allestire spazi ed attività secondo i principi, le caratteristiche e lo spirito del progetto “Casa Allegria”.

 

L’utilizzo di queste risorse economiche avverrà seguendo un budget concordato in sede di sottoscrizione di un Protocollo di intesa, di durata minima biennale.

Le candidature verranno valutate dalla Fondazione Mike sulla base delle condizioni dello spazio (stato di fatto, requisiti strutturali e tecnici, superficie), presenza dei requisiti progettuali, sociali e culturali coerenti con le finalità del progetto “Casa Allegria” e valutazione delle risorse necessarie per avviare le attività previste dal progetto stesso.

 

In questa fase (se valutato necessario) i candidati dovranno essere disponibili ad organizzare una visita presso la loro struttura insieme ai rappresentanti della Fondazione Mike e a partecipare (gratuitamente) ad una giornata formativa (alla Scuola Allegria, ad Arona, in provincia di Novara), per la presentazione del modello organizzativo e gestionale di Casa Allegria. Le candidature dovranno essere presentate via mail alla segreteria della Fondazione( segreteria@fondazionemike.it), allegando le immagini degli spazi e il progetto culturale/educativo. BENEFICIARI:Organizzazioni del Terzo settore, Oratori, Enti pubblici, altri sponsor. CONTATTI:Fondazione Mike - Tel. 02.39540102 (telefono e fax)

Info sul sito


Scadenza 28-02-2015 Culturability - Unipolis

Culturability è una piattaforma aperta a progetti d’innovazione culturale e sociale che promuovono benessere e sviluppo sostenibile. Per aiutare queste iniziative a diventare realtà, la Fondazione Unipolis lancia il bandoculturability – spazi d’innovazione sociale.

La dotazione complessiva del bando è di 360 mila euro. Al termine del percorso, verranno selezionati 6 progettifra quelli arrivati, ognuno riceverà 40 mila euro come contributo economico e 20 mila euro in attività di formazione e incubazione.

Destinatari - La call è aperta a progetti che coniughino cultura e creatività, innovazione e coesione sociale, capacità di promuovere reti e occupazione giovanile. Proposte innovative che abbiano l’obiettivo di riqualificare spazi urbani abbandonati o degradati, creando occasioni di rigenerazione urbana e di sviluppo a vocazione culturale. Progettualità che prevedano azioni e interventi in campo culturale o creativo che, sviluppando nuovi modelli di welfare, promuovano e generino valore sociale.

Possono partecipare: organizzazioni non profit con un organo amministrativo o direttivo composto prevalentemente da under 35, reti di organizzazioni che presentino un progetto in partnership (anche con realtà che hanno sede all’estero e soggetti imprenditoriali), cooperative e imprese sociali, team di giovani under 35 pronti a costituire un soggetto associativo se selezionati.

Tutte le informazioni, sul sito di Culturability

 

Per rendere più facile la compilazione, ti consigliamo di scaricare prima il fac-simile del formulario online.


Senza Scadenza - Fondazione Charlemagne

La Fondazione Charlemagne ha come finalità il contrasto all’esclusione sociale‚ alle difficoltà sanitarie‚ alla povertà e alla miseria‚ mettendosi al servizio delle Organizzazioni del Terzo settore‚ contribuendo al loro rafforzamento. In tal senso contribuisce attraverso l’erogazione di finanziamenti senza limitazione e bandi; tale finanziamento può essere inteso come co–finanziamento o copertura totale dei costi progettuali. 

Informazioni e modulistica sul sito della Fondazione


Scadenza 02-02-2015 Celva - Contributi ordinari

Il CELVA, in coerenza con le proprie finalità statutarie, sostiene enti pubblici e privati, cooperative, fondazioni ed associazioni attraverso la concessione di contributi finalizzati alla realizzazione e allo svolgimento di progetti ed iniziative per finalità di valorizzazione, sviluppo del patrimonio socio-culturale valdostano. Tali contributi sono concessi a nome e per conto degli enti locali della Valle d’Aosta.

Per la concessione dei contributi, così come per la concessione del patrocinio, il CELVA tiene conto delle iniziative che rivestono interesse pubblico locale, contribuiscono alla valorizzazione delle tradizioni e peculiarità locali e perseguono fini socio-solidaristici:

-    promuovendo l'immagine della comunità locale e del suo patrimonio ambientale e culturale;

-    valorizzando e tutelando lo sviluppo del territorio;

-    diffondendo i valori dell'associazionismo e del volontariato;

-    contribuendo allo sviluppo della ricerca del progresso e dell'innovazione quali fonti di crescita delle collettività.

Gli interventi del CELVA si suddividono in contributi ordinari e straordinari.

Il CELVA concede inoltre il patrocinio gratuito a favore di progetti, attività, iniziative e manifestazioni che rivestano contenuti e significati di interesse per le collettività locali.

Chi può presentare la domanda?

Possono essere ammessi al contributo gli enti pubblici e privati, le cooperative, le fondazioni e le associazioni ed ogni altro organismo costituito con atto scritto. 

Come si presenta la domanda?

La domanda di contributo ordinario deve essere compilata sull’apposito modello (predisposto dal CELVA), dev'essere sottoscritta dal legale rappresentante e fatta pervenire agli uffici del CELVA.

Alla domanda di contributo deve essere allegata la seguente documentazione:

a. copia dello statuto e/o dell’atto costitutivo o altra documentazione equipollente sulla configurazione giuridica del soggetto richiedente;

b. copia dell’ultimo conto consuntivo approvato dagli organi sociali;

c. copia del bilancio di previsione relativo all’esercizio finanziario oggetto di contributo; in difetto di obbligo di tenuta del bilancio di previsione, occorre presentare quanto meno una relazione previsionale indicante le voci di entrata e di spesa contemplate nell’esercizio finanziario oggetto di contributo. 

Entro quando bisogna presentare la domanda?

L’articolo 8 del “Regolamento per la concessione di contributi e del patrocinio da parte del CELVA” dispone che la domanda di contributo ordinario debba essere presentata entro il 31 gennaio dell’annualità di riferimento del contributo stesso.

La domanda di contributo ordinario per l’anno 2015 dovrà pervenire agli uffici del CELVA entro e non oltre lunedì 2 febbraio 2015 in considerazione del fatto che il 31 gennaio 2015 è prefestivo.

 

Maggiori informazioni su CPEL - CELVA


Scadenza 31-12-2014 Ministero del lavoro e delle politiche sociali - Contributi acquisto ambulanze

Il contributo viene concesso per l'acquisto o per l'acquisizione mediante contratto di leasing di autoambulanze, beni strumentali e beni acquistati da organizzazioni non lucrative di utilità sociale da donare a strutture sanitarie pubbliche effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre del 2014.Le domande, presentate sull'apposito formulario e accompagnate dagli allegati richiesti, devono pervenire in busta chiusa con la dicitura "Contributo annuale ordinario - Richiesta contributi d.m. 177/2010 - anno 2014" tramite raccomandata a/r a:
Ministero del lavoro e delle politiche sociali
Direzione Generale per il Volontariato, l'associazionismo e le formazioni sociali
Divisione III - Volontariato
Via Fornovo (pal. C), 8
00192 Roma
Fa fede il timbro postale.

Le informazioni per il bando sono reperibili qui

 


Scadenza 30-11-2014 Bando della Chiesa Valdese e Metodista

Le richieste devono avere come oggetto interventi esclusivamente a carattere culturale, sociale e assistenziale in Italia e nei paesi del sottosviluppo. Possono presentare richiesta di finanziamento gli enti e le opere di altre Chiese evangeliche o cristiane, le agenzie e gli organismi ecumenici, gli enti, le associazioni, le agenzie e le opere laiche, le organizzazioni non governative. 

Le richieste di finanziamento dovranno essere indirizzate a:
Tavola Valdese, Ufficio Otto per Mille, via Firenze 38, 00184 Roma.
Potranno essere spedite per posta normale o raccomandata.
Le richieste dovranno essere compilate secondo i moduli e le indicazioni scaricabili in questo sito.


Scadenza 28-11-2014 Progetti di servizio civile regionale annuale

E' stato pubblicato il bando destinato agli enti accreditati al Servizio civile regionale per presentare progetti annuali di Servizio civile regionale.

L'esperienza riguarda quest'anno 10 giovani tra i 18 e i 30 anni. I progetti potranno durare dai 6 ai 18 mesi in ambiti diversi che vanno dall’aiuto alle persone in difficoltà alla tutela dei beni culturali, da iniziative di animazione dell’infanzia ad attività a favore dei diritti dei consumatori.

I giovani ammessi a svolgere il servizio civile regionale, che potranno presentare domanda dal 5 dicembre al 9 gennaio 2015 e inizieranno servizio dal 2 febbraio 2015, riceveranno un rimborso forfettario di 433,80 euro mensili.

Il bando è consultabile sul sito: http://www.regione.vda.it/serviziocivile/progetti_i.asp

I progetti devono essere presentati esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC), previa necessaria sottoscrizione della domanda con firma digitale, all’indirizzo: sanita_politichesociali@pec.regione.vda.it (tutta la documentazione allegata deve essere in formato PDF come previsto dalla deliberazione della Giunta Regionale n. 2361/2010 reperibile sul sito www.regione.vda.it).


Scadenza 31-10-2014 Fondazione Comunitaria della Valle d'Aosta

Dinanzi al profondo cambiamento sociale che ha investito la società e le nuove generazioni, le famiglie e la scuola spesso si sentono sole ed incapaci di fornire ai bambini e agli adolescenti le risposte ai tanti interrogativi che si pongono e, più in generale, ad accompagnarli nella crescita verso una vita adulta più consapevole e responsabile. La Fondazione comunitaria della Valle dAosta ha quindi deciso di promuovere un bando a favore di progetti, meglio se innovativi, che sviluppino percorsi di educazione alla responsabilità, alla presa in carico del prossimo e alla costruzione del bene comune rivolti appunto a bambini e a adolescenti.

Disponibilità per progetti: € 25.000,00

Maggiori informazioni qui


Scadenza 28-08-2014 PROGESS: bando VP/2014/008 "Innovazione sociale a sostegno delle riforme dei servizi sociali"

L'ente erogatore del bando è la Commissione Europea - DG Occupazione, Affari sociali & inclusione. L'obiettivo dell'invito è la promozione dell'innovazione e delle riforme delle politiche sociali per affrontare le sfide individuate dalla strategia Europa 2020 e del Pacchetto Investimenti Sociali relativamente ai servizi sociali e sviluppare soluzioni innovative rispondenti alle necessità nazionali, regionali e locali e in linea con l'approccio di investimento sociale. 

 

Sono azioni finanziabili progetti di sperimentazione sociale finalizzati a testare soluzioni innovative di riforma delle politiche inerenti i servizi sociali nei Paesi ammissibili a EaSI-Progress, in vista di una loro applicazione su ampia scala.

 

In particolare, il bando è orientato a:

1) utilizzare l'innovazione sociale per intraprendere riforme strutturali che tengano conto del follow-up della strategia Europa 2020, in particolare delle Raccomandazioni specifiche per Paese indirizzate ai singoli Stati membri nel quadro del Semestre europeo;

2) rafforzare le partnership tra settore pubblico, privato e stakeholder della società civile per coinvolgerli in attività di sensibilizzazione riguardanti l'utilizzo e i benefici derivanti dalla innovazione sociale. 

Possono beneficiare dei finanziamenti  amministrazioni locali, regionali e nazionali, possono essere co-applicant le organizzazioni della società civile.

I progetti presentati devono avere un importo compreso tra 750.000 e 2.000.000 di euro; il cofinanziamento della Commissione UE copre l' 80% dei costi ammissibili.

Le proposte progettuali devono essere inviate attraverso una procedura online sul sistema SWIM.

Ulteriori informazioni sul sito di CSV NET e sulla pagina dedicata sul sito della Commissione Europea


Scadenza 25-08-2014 Supporto al Dialogo sociale - Bando Europeo

L'ente erogatore del bando è la Commissione Europea - DG Occupazione, Affari sociali & inclusione. L'obiettivo dell'invito sono le iniziative legate all'adattamento del dialogo sociale ai cambiamenti in materia di occupazione e di lavoro e le sfide connesse.

Sono azioni finanziabili quelle volte a preparare il dialogo sociale europe, come indagini preparatorie, incontri e conferenze, azioni considerate come parte del dialogo sociale, azioni di monitoraggio e follow up delle attività europee di dialogo sociale e dei risultati, azioni volte a migliorare il coordinamento, il funzionamento e l'efficacia del dialogo sociale europeo e a rafforzare la capacità delle parti sociali di contribuire al dialogo sociale europeo. 

Possono beneficiare dei finanziamenti agenzie di sviluppo, amministrazioni locali, regionali e nazionali, camere di commercio, organizzazioni non profit, organizzazioni internazionali ed europee, università e parti sociali.

I progetti presentati devono avere un importo minimo di 108.000 euro; il cofinanziamento della Commissione UE copre il 90% dei costi ammissibili.

Le proposte progettuali devono essere inviate attraverso una procedura online sul sistema SWIM.

Ulteriori informazioni sul sito di CSV NET e sulla pagina dedicata sul sito della Commissione Europea.


Scadenza 10-07-2014 Unipol Ideas, incubatore di imprese per l’innovazione sociale

Il bando è aperto a realtà già costituite ed operative da non più di 36 mesi e a gruppi di aspiranti imprenditori.

Per le realtà già costituite: non importa quale sia la forma giuridica (startup innovativa, cooperativa, srl, spa, impresa sociale, associazione), ciò che conta è la qualità delle idee e le capacità per realizzarle. Ai gruppi informali, viene chiesto di mettere la commissione nelle condizioni di capire se il team ha tutti gli ingredienti giusti per farcela.

La call è aperta a cittadini maggiorenni di ogni nazionalità.

Le lingue di lavoro del laboratorio residenziale saranno italiano e inglese. La loro conoscenza costituisce perciò un prerequisito essenziale per poter essere selezionati.

 

Il bando chiede di presentare progetti in grado di contribuire a ridurre le diseguaglianze economiche e sociali, a migliorare il benessere e la qualità della vita delle persone. Occorre spiegare come raggiungere un obiettivo così ambizioso e dimostrare quanto l’idea è: innovativa, utile, sostenibile economicamente, scalabile o replicabile, misurabile.

 

Gli ambiti individuati, per missione di interesse di UNIPOL, esprimono sfide sociali straordinarie, e sono: Welfare e Salute, Mobilità, Utilizzo e valorizzazione di risorse sottoutilizzate, Assicurazione, credito e finanza, Resilienza e prevenzione.

In palio, per i 10 team selezionati, la possibilità di partecipare ad un programma di accelerazione d’impresa pensato per trovare risposte innovative ai bisogni di domani.

 

Due mesi di lavoro intenso, tra ottobre e dicembre 2014, e un’attività di accompagnamento per i successivi 4 mesi, insieme ad un team di esperti di innovazione sociale e di sviluppo d’impresa a vostra disposizione. L’opportunità di far crescere il tuo progetto imprenditoriale, testarlo sul mercato e raccogliere fondi per poterlo trasformare in impresa, con la collaborazione di un grande gruppo assicurativo. Per migliorare la qualità della vita di chi ti sta intorno. I partecipanti non dovranno affrontare alcun costo: vitto e alloggio a Bologna sono compresi nel pacchetto messo a punto da Unipol, così come l’affiancamento da parte di una serie di tutor dedicati. E la possibilità concreta di ricevere un investimento in equity da parte di uno dei più grandi gruppi assicurativi operanti in Italia.

 

Previsti anche 4 mesi di follow up a distanza, una volta terminato il periodo a Bologna, così come la possibilità di entrare nell’albo fornitori di Unipol. Una opportunità  per far crescere il vostro progetto imprenditoriale, testarlo sul mercato, raccogliere fondi per poterlo trasformare una impresa e trovare i giusti compagni di viaggio.

 

Il testo completo della call è disponibile qui: http://www.unipolideas.it/callforideas/


Scadenza 30-06-2014 - Fondazione CRT Bando Vivo Meglio 2014

VivoMeglio è il bando della Fondazione CRT finalizzato al miglioramento della qualità della vita delle persone disabili attraverso il finanziamento di iniziative progettuali che propongano soluzioni nuove, efficaci e sostenibili a sostegno della domiciliarità, dell’integrazione sociale, dello sviluppo dell’autonomia e delle abilità personali di soggetti disabili.

 

VivoMeglio promuove anche interventi che abbiano ad oggetto la ristrutturazione e l’adeguamento normativo di strutture residenziali e/o centri diurni ad uso esclusivo e diretto di tali soggetti, nonché il sostegno generico dell’attività svolta da enti che statutariamente operano a favore di persone disabili.

La Fondazione CRT da sempre operativa nel sostegno delle associazioni e degli enti che lavorano nel campo della disabilità, ha erogato dal 2005 al 2013 15,5 milioni di euro per il sostegno delle iniziative atte a favorire l'assistenza e l'integrazione sociale e lavorativa delle persone disabili in 1380 interventi. 

DESTINATARI  DEL BANDO

Sono destinatari del presente bando tutti gli enti finanziabili dalla Fondazione CRT che svolgano attività per le persone disabili. Le attività e le iniziative oggetto della richiesta di contributo devono realizzarsi nel territorio delle regioni Piemonte e Valle d’Aosta.

I CONTRIBUTI

Il contributo massimo erogabile sarà di:

€ 30.000 per le iniziative o per i sostegni all’attività;

€ 20.000 per le iniziative aventi ad oggetto interventi di ristrutturazione e/o adeguamento normativo di immobili.

 

Informazioni sul sito e alla pagina del bando


Scadenza 18-05-2014 - Bando Il Giullare - Festival Nazionale del Teatro oltre ogni barriera

Il bando “Il Giullare - Festival Nazionale del Teatro oltre ogni barriera” è organizzato dall’Associazione Promozione Sociale e Solidarietà di Trani (BT).  Il Giullare sarà realizzato, in questa edizione, con il contributo della Presidenza del Dipartimento per le Pari Opportunità per la realizzazione di interventi finalizzati alla promozione delle pari opportunità nel campo dell’arte e dello sport a favore dei soggetti diversamente abili e prevede una serie di azioni realizzate dalla rete di organizzazioni del territorio.

Il Festival si svolgerà quasi esclusivamente 2014. Gli spettacoli si terranno all’aperto su un palco delle dimensioni di m 10x8, senza barriere architettoniche, all’interno del Centro Jôbêl di Trani.

 

Per poter presentare la propria candidatura alla selezione per la partecipazione al festival è necessario:

1. avere uno spettacolo teatrale della durata minima di 50 minuti e massima di 1h 30’ , tra i cui autori

e attori vi siano persone con e senza diversa abilità (fisica, psichica, sensoriale ecc.). È ammessa la possibilità di spettacoli o performance con un solo attore.

2. essere organizzati in gruppi facenti capo a Compagnie Teatrali, Organizzazioni di Volontariato,

Associazioni di Promozione Sociale, Associazione culturali e teatrali, Cooperative Sociali di Tipo “A” e “B",

enti pubblici, enti ecclesiastici, ecc. aventi sede in Italia e costituite da almeno 2 anni, esclusi gruppi aventi sede legale e/o operativa nella Città di Trani (BT).

3. che lo spettacolo teatrale si avvicini ai temi che ispirano l’idea del festival (a titolo esemplificativo:

racconto di sé e autobiografia, diversità, barriere culturali e architettoniche, integrazione …) e

che si richiami alla sua idea fondante:

 

“La figura del Giullare tradizionalmente era relegata al matto di corte ad un diverso, che in

virtù della sua condizione di follia e di diversità poteva prendersi beffa e burla dei potenti, dei ricchi,

dei Re. Il folle, il diverso ha un primo vero grande bisogno: il raccontarsi e raccontare, che è bisogno

di relazione, di comunicazione, di dialogo e di espressione. Il raccontarsi è il comunicare la propria

storia, è il cercare qualcuno che ascolti, è descrivere emozioni, vissuti, esperienze, è relazionarsi; il

raccontarsi è tirare fuori quella parte di sé che si tiene nascosta, di cui a volte si ha paura; il

raccontarsi è anche svelare i limiti di chi si ha di fronte, è aprire dei varchi nei muri e nelle barriere

che una città, che un paese e che una società alzano per difendersi dalla verità schiacciante di chi

o non ha nulla…”

 

Tutte le informazioni sul sito e sul bando.


Scadenza 30-04-2014 Fondazione 'aiutare i bambini' – Progetti all'estero 2013

Anche per il 2014 la Fondazione “aiutare i bambini” ha deciso di concentrare le proprie risorse nel finanziare interventi che si ispirano ai seguenti Obiettivi di Millennio (MDGoals).
1) Lotta alla povertà e alla fame (MDG1) : sviluppo agricolo e autosufficienza alimentare, programmi per aumentare l’accesso all’acqua (MDG7)
2) Ridurre la mortalità infantile (MDG4)
3) Rendere universale l’educazione primaria (MDG2)
Di conseguenza verranno finanziati interventi che ricadono esclusivamente nei seguenti settori: 
ACQUA E SVILUPPO AGRICOLO: progetti per migliorare l’accesso alle risorse idriche e favorire l’autosostenibilità;
CARDIOCHIRURGIA PEDIATRICA: progetti di cardiochirurgia pediatrica con missioni all’estero e interventi in Italia;
ADOZIONE A DISTANZA: progetti per sostenere gli studi di un minore con interventi pluriennali di adozione a distanza.

STRATEGIA NELLA SCELTA DEI PROGETTI

Al fine di evitare un’eccessiva dispersione di risorse, la Fondazione “aiutare i bambini” cerca di concentrare i propri interventi nei Paesi in cui già opera
Al 01/01/2013 tali Paesi sono: 
AFRICA: Angola, Benin, Burkina Faso, Camerun, Eritrea, Etiopia, Ghana, Gibuti, Guinea Bissau, Kenya, Madagascar, Mozambico, RDCongo, Senegal, Sud Africa, Sudan, Tanzania, Uganda, Zimbabwe (19)
ASIA: Bangladesh, Cambogia, India, Libano, Myanmar, Nepal, Pakistan, Filippine, Tailandia, Uzbekistan/Kazakistan (10)
AMERICA LATINA: Argentina, Bolivia, Brasile, Colombia, Ecuador, El Salvador, Haiti, Honduras, Nicaragua, Perù, Rep. Dominicana (11)
EST-EUROPA: Moldavia, Romania, Serbia (3)

Verranno valutati progetti con nuove controparti solo in caso di coerenza con le tematiche prioritarie della Fondazione e solo dopo una visita in loco da parte di personale indicato da “aiutare i bambini”

Il bando è presentato a questa pagina 

 

Informazioni: Fondazione Aiutare i Bambini Onlus 
Via Ronchi 17 20134 Milano 
Tel. 02 70603530 
Ufficio Progetti Estero 
Tel. 02/2100241 
E-mail: progetti@aiutareibambini.it 
Sito Internet: www.aiutareibambini.it


Scadenza 30-03-2014 Premio Edison Start

EDISON START ha lo scopo di:

- Promuovere concretamente l'innovazione e il cambiamento sul piano dello sviluppo energetico, delle pratiche sociali e culturali, della qualità della vita;

- Supportare lo sviluppo di un futuro sostenibile nel nostro Paese;

- Creare valore condiviso grazie alla diffusione di pratiche che favoriscano la competitività e allo stesso tempo la sostenibilità anche nelle comunità locali;

- Contribuire allo sviluppo di nuove risposte ai bisogni sociali in un'ottica di sostenibilità di lungo periodo.

 

Le idee proposte per il finanziamento dovranno essere relative ad almeno uno dei seguenti tre ambiti:

- Energia: soluzioni tecnologiche per risparmiare risorse energetiche e garantire l'accesso all'energia elettrica a un numero crescente di persone;

- Sviluppo sociale: progetti economicamente sostenibili che abbiano un impatto sociale in termine di partecipazione e cooperazione;

- Smart Communities: idee per il miglioramento della qualità della vita domestica (gestione dei rifiuti, architettura sostenibile e domotica).

Il Bando è aperto alle start up innovative, Micro, Piccole Imprese regolarmente iscritte al Registro delle imprese con sede nel territorio italiano, gruppi di persone fisiche (studenti e non) residenti in Italia, organizzazioni non profit che svolgono la propria attività da almeno 2 anni e che risiedono in territorio italiano.

L'importo del premio è di € 100.000.

 

I soggetti interessati potranno presentare la propria idea attraverso la piattaforma Edison Start (http://www.edisonstart.it/) fino al 30 marzo 2014, data entro la quale le idee presentate potranno essere discusse, condivise e votate dagli utenti della Piattaforma. Per tutte le informazioni è possibile rivolgersi a: premioedisonstart@gmail.com 

 

Per ogni necessità connessa all'utilizzo del portale l'e-mail del Servizio Assistenza è:edisonstart@liqid.it


Scadenza: 19-03-2014 Sottoprogramma Cultura

Il presente invito riguarda i progetti che saranno attuati nell'ambito del sottoprogramma cultura.

Le priorità sono il rafforzamento della capacità dei settori culturali e creativi di operare a livello transnazionale e internazionale e la promozione della circolazione e della mobilità transnazionale.

 

Per realizzare le priorità definite nel regolamento, il sottoprogramma cultura fornirà sostegno, in particolare:

(a) ai progetti di cooperazione transnazionale che riuniscono organizzazioni culturali e creative di vari paesi nello svolgimento di attività settoriali o transettoriali;

(b) alle attività delle reti europee di organizzazioni culturali e creative di vari paesi;

(c) alle attività delle organizzazioni a vocazione europea, che promuovono lo sviluppo di nuovi talenti nonché la mobilità transnazionale di operatori culturali e creativi e la circolazione delle opere dotate del potenziale necessario per esercitare un'ampia influenza nei settori culturali e creativi e produrre risultati duraturi;

(d) alla traduzione in ambito letterario e all'ulteriore promozione delle opere letterarie tradotte.

 

E' possibile candidarsi alle seguenti quattro diverse misure:

1) Progetti di cooperazione europea (EAC/S16/2013) Questa misura vuole rafforzare la capacità dei settori culturali e creativi europei di operare sul piano transnazionale e internazionale.

2) Piattaforme europee (EAC/S17/2013) Questa misura ha l'obiettivo di sostenere le organizzazioni culturali e creative che: promuovono lo sviluppo dei talenti emergenti e stimolano la mobilità transnazionale degli operatori culturali e creativi e la circolazione delle opere e che contribuiscono al prestigio e alla visibilità degli artisti impegnati in termini di programmazione europea attraverso attività di comunicazione.

3) Reti europee (EAC/S18/2013) Questa misura intende finanziare le azioni delle reti europee attive nei settori culturali e creativi: cioè di gruppi strutturati di organizzazioni che rappresentano i settori culturali e creativi che hanno l'obiettivo di consolidare la loro capacità di operare a livello transnazionale e internazionale con lo scopo di raggiungere gli obiettivi generali e di facilitare e stimolare la diversità culturale e linguistica.

4) Progetti di traduzione letteraria (EAC/S19/20139) Questa misura vuole supporrtare la diversità culturale e linguistica nell'Unione, promuovendo la circolazione transnazionale delle opere letterarie di elevata qualità e migliorando l'accesso a tali opere letterarie nell'Ue affinché si possa raggiungere nuovo pubblico.


 Informazioni sul sito


Scadenza 17-03-2014: Erasmus+ Azione chiave 1 Mobilità individuale settore dell’istruzione, della formazione e della gioventù (tutti)

Le organizzazioni che nel 2014 desiderano trasmettere una candidatura per ottenere un finanziamento attraverso Erasmus+, il nuovo programma dell’Unione europea a favore dell’istruzione, della formazione, dei giovani e dello sport, possono iniziare fin da subito a preparare le domande di sovvenzione.

La Guida del nuovo programma Erasmus+, che fornisce informazioni dettagliate su come presentare la domanda, è disponibile sul sito.

Il programma è aperto ad organizzazioni che operano nel settore dell’istruzione, della formazione, dei giovani o dello sport. Le candidature per il finanziamento possono essere presentate online a partire dalla fine di gennaio.

Le persone fisiche non possono presentare direttamente una domanda di sovvenzione, sono le loro università, i college o gli organismi di vario genere, che effettueranno la domanda per ottenere un finanziamento in Erasmus+.

Il nuovo programma Erasmus+ combina tutti gli attuali regimi di finanziamento dell’Unione nel settore dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, compreso il programma di apprendimento permanente (Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig), Gioventù in azione e cinque programmi di cooperazione internazionale (Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e il programma di cooperazione con i paesi industrializzati). Esso comprende inoltre per la prima volta un sostegno allo sport. Con il programma integrato i richiedenti possono ottenere più agevolmente una visione d’insieme delle opportunità di sovvenzione disponibili, mentre altre semplificazioni contribuiranno a loro volta a facilitare l’accesso.

Attività chiave 1 – Mobilità individuale a fini di apprendimento
Mobilità individuale per l’apprendimento (KA1)
Mobilità dello Staff (in particolare docenti, leaders scolastici, operatori giovanili)
Mobilità per studenti dell’istruzione superiore e dell’istruzione e formazione professionale
Garanzia per i prestiti
Master congiunti
Scambi di Giovani e servizio Volontario Europeo

 

Per partecipare: informazioni a questa pagina


Scadenza 12-03-2014 – Justice Bando 2013 per progetti transnazionali

Il bando propone alle organizzazioni pubbliche e private dell’unione europea di lavorare sulle seguenti priorità: 1. diritti del bambino; 2. informazione sulla Carta dei diritti fondamentali dell'Ue, dove questa si applica e a chi rivolgersi se tali diritti vengono violati; 3. lotta contro il razzismo, la xenofobia e l'antisemitismo; 4. lotta contro l'omofobia: migliorare la comprensione e la tolleranza; 5. formazione e creazione di reti tra professioni legali e operatori della giustizia; 6. miglioramento della consapevolezza circa la cittadinanza in Ue, i diritti connessi a tale status e i benefici concreti per i cittadini dell'Unione, nonché individuazione degli ostacoli al pieno esercizio di questi diritti da parte dei cittadini; 7. miglioramento della consapevolezza e della conoscenza delle norme Ue sulla libera circolazione, in particolare sulla Direttiva 2004/38/Ce; 8. facilitazione della condivisione delle conoscenze e lo scambio di migliori pratiche in materia di cittadinanza; 9. incremento della partecipazione delle donne come elettori e come candidati alle elezioni del Parlamento Europeo; 10. protezione dei dati personali e diritto alla privacy.

Possono presentare progetti:

le organizzazioni non governative legalmente costituite, le istituzioni ed organizzazioni pubbliche o private, le università e gli istituti di ricerca, le autorità nazionali, regionali e locali, le altre organizzazioni stabilite in uno degli Stati membri dell'Unione Europea o organizzazioni internazionali e gli enti e organizzazioni senza scopo di lucro.

I progetti devono avere una durata massima di 24 mesi.Le domande devono essere presentate attraverso il sistema Priamos. Budget complessivo: € 10.900.000. Il contributo comunitario non potrà superare l'80% dei costi totali del progetto. Progetti che richiederanno una sovvenzione minore ai € 75.000 non verranno presi in considerazione. 

È possibile consultare il bando all’apposita pagina web 


Scadenza 01-03-2014 Europa per i cittadini - Strand 1

Il Programma "Europa per i Cittadini 2014-2020" mira ad avvicinare i cittadini europei all’Unione Europea, proponendosi di colmare la distanza, talvolta dai primi avvertita, dalle istituzioni europee.

Il Programma si articola in due Strand ("Memoria Europea Attiva", "Impegno democratico e partecipazione civica") e di uno Strand trasversale ("Azione orizzontale di valorizzazione") volto a valorizzare i risultati dei progetti selezionati e ad incrementare l’impatto e l’efficacia del Programma.

Lo Strand 1: Memoria Europea Attiva promuove:

  • progetti di riflessione sui regimi totalitari nella storia Europea, soprattutto, ma non esclusivamente, il Nazismo che ha causato l’Olocausto, lo Stalinismo, il Fascismo e i regimi totalitari comunisti, come pure la commemorazione delle loro vittime;
  • progetti riguardanti gli altri momenti fondamentali della recente storia europea.

Saranno supportate, in particolare, azioni che incoraggino la tolleranza, la comprensione reciproca, il dialogo interculturale, che siano in grado di raggiungere anche le nuove generazioni

Strand 1 - Memoria Europea

Scadenza per la presentazione delle candidature:

  • 1 marzo 2014, ore 12:00 (mezzogiorno).
    I progetti possono avere inizio tra il 1 agosto 2014 e il 31 gennaio 2015

tutte le informazioni possono essere rintracciate direttamente sul sito europa per i cittadini.


Scadenza 28 febbraio 2014: Compagnia San Paolo, scadenza unica per la presentazione di richieste di contributo per progetti che riguardino le politiche sociali.

La Compagnia di San Paolo ha stabilito anche per il 2014 una scadenza unica per la presentazione di richieste di contributo per progetti che riguardino le politiche sociali. 
Tale  scadenza è fissata al 28 febbraio 2014, termine entro il quale dovranno essere completate le consuete procedure di presentazione indicate nella sezione Contributi del sito Internet della Compagnia di San Paolo.

Questa scadenza NON riguarda gli ambiti di attività che sono oggetto di altre modalità d’intervento specifiche da parte della Compagnia, il cui elenco è visibile a questa pagina.

L’elenco delle richieste di contributo accolte saranno  pubblicati  sul sito Internet della Compagnia di San Paolo entro il 30 giugno 2014

Eventuali ulteriori informazioni e chiarimenti potranno essere richiesti all’indirizzo e-mail politichesociali@compagniadisanpaolo.it

Per tutte le informazioni necessarie, si raccomanda di consultare il sito di Compagnia San Paolo

 

 


Scadenza 19-02-2014 – EuropeAid Investing in People

La Commissione Europea ha pubblicato la call for proposals "Investing in People: istruzione, conoscenze e competenze, occupazione e coesione sociale" per migliorare le condizioni di vita, tra cui lo sviluppo delle competenze e l'istruzione e la formazione professionale, per emarginati e persone vulnerabili.
Questo è un invito ristretto: nel primo step devono essere presentate solo le concept notes. Successivamente, i candidati che sono stati pre-selezionati saranno invitati a presentare una candidatura completa. 

Possono partecipare:

enti non profit riconosciuti

organizzazioni non governative, pubbliche, operatori del settore, autorità locali, organizzazioni internazionali (intergovernative)

aziende private che offrono accesso e mezzi senza scopo di lucro

associazioni di categoria, camere di commercio e altre istituzioni senza scopo di lucro che rappresentano il settore privato, così come le istituzioni di microfinanza.

Tutti queste tipologie di enti devono risiedere in uno Stato membro dell'Unione europea o in un paese partner.

L'obiettivo globale di questo invito a presentare proposte è quello di contribuire all'eliminazione della povertà e dell'esclusione sociale dei gruppi di persone vulnerabili (Adulti; Giovani donne e uomini con nessuna o minima istruzione; persone discriminate sulla base della casta; Indigeni;Persone appartenenti a minoranze (linguistica, etnica, religiosa, sessuale, ecc; persone con disabilità;migranti).

Gli obiettivi specifici del presente invito a presentare proposte sono:

-sostegno per il miglioramento della condizioni di vita delle persone che dipendono da un'economia informale, compreso l'aumento delle competenze, lo sviluppo professionale e l'istruzione, la formazione e il sostegno a iniziative volte a sviluppare il loro lavoro autonomo e la creazione di posti di lavoro

-sostegno per l'inclusione sociale dei gruppi vulnerabili attraverso l'accesso ai servizi sociali di base.

Il Concept Note e allegati deve essere presentato via e-mail solo al seguente indirizzo: EuropeAid-Social-Inclusion-135181@ec.europa.eu
Il termine per la presentazione del Concept Note è alle ore 16.00 (di Bruxelles) del 19 Febbraio 2014.

Tutte le informazioni sono da reperire alla pagina web della Commissione Europea


Scadenza 15-02-2014 - Italian Fundraising Award

L’Italian Fundraising Award è il premio che celebra i protagonisti della raccolta fondi: donatori, volontari, fundraiser e aziende al servizio del nonprofit.
Promosso dall’Associazione Festival del Fundraising in collaborazione con Assif e Vita, si pone l’obiettivo di rafforzare e ampliare l’interesse pubblico sui temi della filantropia, del volontariato e  della professionalità del settore.

Come funziona
Le organizzazioni nonprofit e gli operatori di settore propongono candidature per le quattro categorie di premio.

Categorie

DONATORE La storia più bella di donazione
Premio attribuito a una persona o una famiglia che si è distinta per lo straordinario senso civico e filantropico grazie alla sua eccezionale generosità. Il vincitore ha contribuito in maniera decisiva alla realizzazione di progetti di utilità sociale a livello locale, nazionale e internazionale.

VOLONTARIO La più grande avventura di volontariato
Premio attribuito a una persona o una famiglia che si è distinta per la grande abilità nel coordinare e coinvolgere altri in progetti di raccolta fondi. Il vincitore ha contribuito con il proprio lavoro e impegno alla diffusione della cultura della filantropia.

FUNDRAISER Semplicemente, il fundraiser dell'anno
Premio attribuito a un fundraiser che si è distinto nella pratica della professione sia all’interno di un’organizzazione nonprofit sia come consulente. Il vincitore ha dimostrato competenza, efficacia, capacità di leadership e senso etico.

CORPORATE DONOR Il profit a servizio del nonprofit
Premio attribuito a un'azienda o fondazione d'impresa che si è distinta per lo straordinario contributo a progetti di utilità sociale attraverso erogazioni liberali, donazioni di beni e servizi e coinvolgimento dei dipendenti.

Moduli e informazioni sono consultabili a questa pagina web 


Scadenza 24 gennaio 2014: Fondazione Comunitaria, bando per promuovere l'inserimento lavorativo di persone in difficoltà

Per contrastare il momento di difficoltà la Fondazione Comunitaria lancia un bando a favore di progetti che promuovano azioni volte a sostenere chi si trova in situazioni di disagio economico a causa della crisi occupazionale.

L’obiettivo del bando è quello di unire risorse ed esperienze per contribuire a dare risposte al problema della disoccupazione in Valle d’Aosta, favorendo la formazione e l’inserimento professionale di persone in situazione di disagio, promuovendo un mercato del lavoro maggiormente inclusivo, con minori barriere e divari sociali, culturali, geografici, generazionali e di genere.

Possono partecipare al bando – 50.000 euro messi a disposizione dalla Compagnia San Paolo di Torino – le organizzazioni operanti nella Regione Valle d’Aosta aventi le caratteristiche di Onlus, le Associazioni di Promozione Sociale, le parrocchie e gli Enti religiosi, le Università, gli Istituti con fini culturali e di formazione e le Cooperative di tipo A, B e C.

La Fondazione interverrà con un contributo massimo di Euro 25.000 per singolo progetto, mentre l’importo totale di ogni progetto proposto non dovrà essere inferiore a 5.000 euro.

Maggiori informazioni sul sito della Fondazione Comunitaria, sezione bandi


Scadenza 31/12/13: Contributo per acquisto di ambulanze e beni strumentali

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato le modalità per la presentazione delle domande di contributo per l’acquisto di ambulanze‚ beni strumentali e beni da donare a strutture sanitarie pubbliche per l’anno 2013 in favore delle Associazioni di Volontariato costituite ai sensi della Legge 266/91 e per le ONLUS costituite ai sensi della Legge 460/1997.
Le domande devono essere presentate attraverso la modulistica disponibile sul sito e devono contenere obbligatoriamente in copia autentica o conforme all’originale le fatture dell’anno di riferimento 2013 3 le relative quietanze di pagamento.
Le domande vanno inviate entro il 31 dicembre 2013 tramite raccomandata A/R; fa fede il timbro postale.

Informazioni più complete sul bando si trovano sul sito del Ministero, qui

 


Scadenza 31/12/2013 Protezione civile: nuovi criteri generali per la concessione di contributi al volontariato 2013-2015

Pubblicato nella G.U. n. 261 del 7 novembre il comunicato sui nuovi criteri per i contributi al volontariato.

tutte le informazioni sul sito

 

Il 17 ottobre in Conferenza Unificata sono stati approvati i criteri generali per la concessione dei contributi per il potenziamento della capacità operativa delle organizzazioni di volontariato di protezione civile, validi per il triennio 2013-2015.

Di seguito le principali novità e semplificazioni introdotte nei nuovi criteri generali.

 

I beneficiari. I beneficiari dei contributi sono sia le organizzazioni iscritte nell’Elenco Centrale sia quelle iscritte negli Elenchi Territoriali delle Regioni e Province Autonome, come definiti dalla Direttiva Presidenziale del 9 novembre 2012. 

 

Le finalità dei progetti. Le misure finanziabili sono le stesse del precedente triennio (conformi alle prescrizioni contenute nel Dpr 194/2001), ma vengono precisate meglio, con riferimento alla nuova articolazione dei beneficiari.

Sono ancora previsti il co-finanziamento al 75% per i progetti di potenziamento (mezzi e attrezzature) e al 95% per quelli attinenti la formazione e la diffusione della cultura di protezione civile.

 

Il riparto annuale delle risorse. Lo stanziamento annuale viene suddiviso in tre ambiti:

- il 50% è riservato alle organizzazioni iscritte nell’Elenco Centrale. Questa quota è detta nazionale.

- il restante 50% è riservato alle organizzazioni iscritte negli Elenchi Territoriali, prevedendo, in questo ambito, due ulteriori quote distinte:

 

    il 35% è collegato in modo strategico alle Colonne Mobili Regionali. Questa quota è detta regionale.

    l’altro 15% è dedicato alle realtà non organicamente incardinate nelle Colonne Mobili, in particolare ai Gruppi Comunali e le piccole realtà associative locali. Questa quota è detta locale.

 

Modalità di presentazione della domanda. Questa sezione è stata modificata rispetto al precedente triennio, in adesione alle novità introdotte in tema di soggetti beneficiari e riparto annuale delle risorse finanziarie.

 

Per tutti viene previsto l’uso della posta elettronica certificata come unico strumento di comunicazione con il Dipartimento per la presentazione, l’istruttoria e la realizzazione del progetto.

 

Per le organizzazioni iscritte nell’Elenco Centrale che concorrono alla quota nazionale le modalità di presentazione e le cause di inammissibilità non contengono rilevanti modifiche rispetto al precedente triennio.

 

Per le organizzazioni iscritte negli Elenchi Territoriali e interessate alla quota regionale sono le Direzioni di Protezione Civile delle Regioni e Province Autonome a realizzare la fase istruttoria. Il Dipartimento interviene, in questo caso, solo per la fase attuativa e di erogazione dei contributi.

 

Per le organizzazioni iscritte negli Elenchi Territoriali e interessate alla quota locale, infine, si prevede un raccordo diretto con il Dipartimento per la presentazione delle istanze. L’Anci-l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, svolge un ruolo primario nella fase istruttoria

 

Determinazione dei massimali finanziari annui. Il Dipartimento comunica gli importi disponibili non appena noti i dati relativi al bilancio di previsione dipartimentale per l’esercizio finanziario successivo.

Maggiori dettagli sul pdf dedicato

 


Scadenza 11/12/2013: European Social Innovation Competition

Le idee di Social Innovation, che devono avere come linea guida "La sfida per il lavoro", dovranno essere presentate entro le ore 12.00 dell’11 dicembre 2013 utilizzando il sito http://bit.ly/EUSocialinnov.  Le migliori proposte verranno selezionate in due fasi. Dapprima verranno scelte le 30 migliori idee che con l’aiuto di tutor dovranno essere trasformate in progetti. Verrà inoltre data ai proponenti l’opportunità di fare networking e incrementare la propria visibilità. Tra le idee semi-finaliste, ne verranno scelte tre da una Giuria di esperti, che riceveranno nel mese di Maggio 2014 di  20.000 euro.  La Competizione è aperta a tutti gli individui, le organizzazioni profit e non profit e i gruppi informali, residenti o domiciliati legalmente, in uno dei 28 Paesi dell’Unione Europea o in quei Paesi che hanno sottoscritto un accordo di partecipazione al Programma di Competitività e Innovazione. La Social Innovation riguarda nuove idee (prodotti, servizi, modelli) in grado di rispondere immediatamente a dei bisogni sociali creando nuove relazioni sociali o collaborazioni.

Bando e informazioni qui

 


Scadenza 30/11/2013: bando opm Chiesa Valdese

La chiesa evangelica valdese ha un bando progettuale cui destina i fondi raccolti con l'8 per 1000 destinato a progetti di cooperazione internazionale ma anche ad associazioni operanti sul territorio italiano.

E' possibile acquisire informazioni direttamente sul sito della Chiesa Valdese, sezione 8x1000

L’invio dei progetti per l’Italia e per l’Estero deve avvenire entro, e non oltre, il 30 Novembre dell’anno precedente quello di richiesta erogazione. Va utilizzato il Modulo unico (Allegato 1) appositamente predisposto, completo di allegati, e con la lettera di impegno (Allegato 2).
Le richieste di finanziamento dovranno essere indirizzate a:

Tavola Valdese, Ufficio Otto per Mille, via Firenze 38, 00184 Roma.

 

 


Scadenza 15/11/2013 - Fondazione Mediolanum a favore dell'infanzia in condizioni di disagio

Le associazioni che hanno pianificato progetti e interventi a favore dell'infanzia in condizioni di disagio e cercano sostegno economico per la loro realizzazione, possono sottoporre la propria richiesta alla Fondazione Mediolanum attraverso il formulario online.


Fino al 15 novembre, si potranno indicare tutti i dettagli del progetto sul sito della Fondazione. Gli esiti delle richieste saranno disponibili entro la fine di novembre.


Scadenza 16/11/2013: bando Enel Cuore

Enel Cuore invita le organizzazioni non profit a presentare una proposta progettuale volta a favorire l'attività sportiva fra le persone con e senza disabilità

Dal 16 ottobre al 16 novembre 2013, Enel Cuore invita le organizzazioni non profit impegnate nelle attività sportive e psicomotorie verso i giovani con disabilità a presentare una proposta progettuale volta a favorire l'attività sportiva e l'inclusione sociale fra le persone con e senza disabilità.

Obiettivo dell'iniziativa è quello di promuovere attraverso la pratica sportiva e l'educazione psico-motoria le opportunità d'integrazione sociale, valorizzando le differenze e aumentando le potenzialità e le capacità di ciascuno individuo.

Enel Cuore, darà priorità alle proposte progettuali che contemplino i seguenti aspetti:

Attività sportive e psicomotorie differenziate per fasce di età (infanzia, adolescenti, giovani);
Integrazione fra persone con e senza disabilità;
Costituzione di una rete fra le Istituzioni, la cittadinanza, le società sportive e le realtà associative del territorio.
La selezione e la valutazione dei progetti pervenuti verrà effettuata da Enel Cuore in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP) www.comitatoparalimpico.it

In particolare sarà data priorità a quei progetti che si ispirano ai principi della Convenzione sui Diritti dell'Infanzia e dell'Adolescenza proposti dall'UNICEF www.unicef.it

Nello specifico, l'oggetto della richiesta di contributo deve essere riferito a spese di:

ristrutturazione e/o adeguamento spazi per le attività;
acquisto arredamento e apparecchiature;
acquisto attrezzature idonee per le attività sportive e psicomotorie
Sono escluse le spese relative ai costi di formazione e delle risorse umane, così come i costi di gestione dell'attività.


Scadenza 14/11/2013: bando 266, presentazione di progetti sperimentali annualità 2013

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali comunica che è uscito il bando per la presentazione  di progetti sperimentali e innovativi di volontariato, presentati dalle organizzazioni di volontariato legalmente costituite da almeno due anni - alla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana della comunicazione dell’avvenuta pubblicazione sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali delle linee di indirizzo 2013 - e regolarmente iscritte nei registri regionali/provinciali del volontariato (art. 6, legge 266/1991).

Tutte le informazioni, il bando e gli allegati sono consultabili sul sito del Ministero: qui.

 


La domanda di contributo, il connesso formulario ed il relativo piano economico ( All. 1), devono essere compilati e quindi inviati al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione generale per il Terzo Settore e le  Formazioni Sociali esclusivamente attraverso la piattaforma www.direttiva266.it, che è attualmente in fase di implementazione e sarà attiva a partire da venerdì 25 ottobre p.v., a pena di inammissibilità.

 

L'invio online delle domande di contributo attraverso la succitata piattaforma informatica dovrà avvenire entro e non oltre le ore 13.00 del giorno 14 novembre 2013.       

 

Il formulario non sarà on line come nei 2 anni passati, bensì su documento di testo da inviare tramite piattaforma informatica.
Anche per il 2013 c’è la possibilità per le organizzazioni di volontariato richiedenti il contributo di inserire come quota parte a loro carico – pari al 10% del costo complessivo del progetto - “la valorizzazione delle attività di volontariato”, che non costituiscono un costo, ma la stima figurativa del corrispondente costo reale che può essere soggetta solo ed esclusivamente a valorizzazione relazionale di tipo quali-quantitativo.
Le disponibilità finanziarie per l’anno 2013 ammontano ad Euro 1.895.118,00.

 

Alla domanda di contributo vanno allegate le dichiarazioni integrative di cui ai modelli che saranno a breve disponibili sulla stessa piattaforma:
Copia conforme atto costitutivo
Copia conforme statuto
Copia conforme ultimo bilancio consuntivo approvato
Modello curriculum ente proponente/capofila
Modello curriculum partner non istituzionale
Dichiarazione della rinuncia all’anticipo ai fini dell’attivazione della polizza fideiussoria

Per la presentazione dei progetti, le organizzazioni di volontariato potranno usufruire della consulenza gratuita dei Centri di Sevizio per il Volontariato di cui al D.M. dell’8 ottobre 1997.
Per ulteriori informazioni:
Divisione III Volontariato
Tel. 06.4683-4046-4158 – 4091
(Lunedì-Venerdì dalle ore 10.30 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 17.00)  E-mail:     SegreteriaTerzoSettoreDivIII@lavoro.gov.it


Scadenza: 31/10/2013 Contributi a sostegno di iniziative e manifestazioni turistiche

Gli enti morali e le organizzazioni cooperative nazionali potranno richiedere contributi per:
- iniziative e/o manifestazioni turistiche che interessino il movimento turistico (legge n. 702 del 4 agosto 1955);
- iniziative di istruzione e qualificazione nel settore del turismo e dell'industria alberghiera, anche a livello universitario e di iniziative promozionali del movimento cooperativo a livello nazionale e internazionale (legge . 44 del 22 febbraio 1982).
Gli enti senza scopo di lucro possono fare richiesta di contributo ai sensi della legge n. 174 del 4 marzo 1958 per:
- l'organizzazione di specifiche iniziative e/o manifestazioni turistiche dirette ad incrementare il movimento turistico;
- l'attuazione di attività finalizzate alla promozione dello sviluppo del turismo sociale e giovanile.

 

Il bando finanzia il 50% del progetto. Tutte le informazioni qui


Scadenza 30/10/2013: Progettazione, realizzazione, promozione e marketing di itinerari di Turismo accessibile

La Direzione Industria e Imprese della Commissione Europea ha pubblicato l'invito a presentare proposte per la Progettazione, realizzazione, promozione e marketing di itinerari di Turismo accessibile.
Il presente invito a presentare proposte è pubblicato nel quadro dell'azione preparatoria "Turismo e accessibilità per tutti" rivolto a coloro che hanno mobilità ridotta, a causa di disabilità fisiche permanenti o temporanee, o a causa di invecchiamento, per cui viaggiare può essere una vera sfida. Barriere fisiche (architettonico, urbane e barriere di trasporto), barriere sociali e della comunicazione (accesso alle informazioni su prodotti e servizi).
I progetti avranno inizio a febbraio 2014 per una durata massima di 18 mesi.

 

Tutte le informazioni sono presenti sul sito dedicato a

Design, Implementation, Promotion and Marketing of Accessible Tourism Itineraries

mentre per la presentazione dei progetti dev'essere utilizzata questa piattaforma online.


Scadenza 10/10/2013 - Avvisi pubblici per la realizzazione di progetti a valenza territoriale finanziati dal Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi terzi nell’ambito del Programma Annuale 2013

Gli avvisi del presente bando sono 7.
Azione 1: Formazione linguistica ed educazione civica.
Azione 3: Integrazione scolastica e inclusione sociale dei giovani stranieri.
Azione 4: Integrazione e famiglia.
Azione 6: Mediazione sociale, linguistica e interculturale.
Azione 7: Dialogo interculturale e empowerment delle associazioni straniere.

Attraverso il presente avviso si intendono realizzare interventi rivolti a minori, giovani, famiglie di Paesi

terzi, per sostenerli nel loro processo di crescita personale ed integrazione sociale.

Tutte le informazioni sono reperibili sul sito del Ministero dell’Interno


Scadenza 16/09/13 - Costruire l'impresa per il sociale - Fondazione Vodafone

Scadenza 16/09/13

Fondazione Vodafone Italia promuove, con la collaborazione di Banca Prossima, un bando finalizzato  a facilitare l’accesso al credito delle organizzazioni non profit (ONP) e a sviluppare progetti innovativi di utilità sociale

Potranno essere richiesti finanziamenti fino al 70% del costo sostenuto e documentato (iva esclusa).

Importo da euro 50.000 a euro 1.000.000 con durata da 24 mesi fino ad un massimo di 60 mesi.

Il programma è disponibile qui

 


Scadenza 15/09/13 Fondazione BNL - Progetto Case Famiglia

La Fondazione erogherà contributi per finanziare progetti per contribuire alla realizzazione di nuove Case Famiglia e/o comunità di tipo familiare su tutto il territorio nazionale.
Il progetto può prevedere l'ampliamento di strutture già esistenti destinate all'accoglienza di minori con problemi d'integrazione o provenienti da situazioni familiari difficili.

In particolare, sarà sostenuta la realizzazione di un progetto per ciascuna delle aree territoriali di BNL - Gruppo BNP Paribas.

Per il NordOvest: Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria

Tutte le info qui

 


Scadenza 03/09/2013 - Gioventù in azione - Unione Europea

Gioventù in Azione è il programma che l'Unione europea ha istituito per i giovani. Ha lo scopo di ispirare un senso di cittadinanza europea attiva, la solidarietà e la tolleranza tra i giovani europei e di coinvolgerli nel plasmare il futuro dell'Unione. Promuove inoltre la mobilità entro e oltre i confini dell'UE; l'apprendimento non formale e il dialogo interculturale, e incoraggia l'inclusione di tutti i giovani, indipendentemente dalla loro istruzione, provenienza sociale e culturale: Gioventù in Azione è un programma rivolto a tutti.

 

Sono previste 5 azioni:
- azione 1 – gioventù per l'Europa
 sottoazione 1.1 scambi di giovani
 sottoazione 1.2 iniziative per la gioventù
 sottoazione 1.3 progetti gioventù e democrazia
- azione 2 — servizio europeo per il volontariato
- azione 3 — gioventù nel mondo sottoazione
 sottoazione 3.1 cooperazione con i paesi limitrofi dell'Unione europea
- azione 4 — strutture di sostegno per la gioventù
 sottoazione 4.1 formazione e collegamenti tra coloro che operano nel campo dell'animazione e delle organizzazioni giovanili
- azione 5 — sostegno alla cooperazione europea nel settore della gioventù
 sottoazione 5.1 incontri fra giovani e responsabili delle politiche giovanili.

 

Bando e informazioni sul sito dell'Eacea


Scadenza 30/08/2013 SERVIZIO VOLONTARIO EUROPEO 1 PROGETTO E 1 POSTO DISPONIBILIE PRESSO IL CENTRO FRANCO-POLACCO COTES D'ARMOR - VARMIA-MASURIA OLSZTYN

1 progetto e 1 posto disponibilie presso il centro franco-polacco cotes d'armor - varmia-masuria olsztyn

 domande entro il 30 agosto 2013

presso la struttura politiche sociali - assessorato sanità, salute e politiche sociali

 loc. grande charrière 40 - saint-christophe

 

tutte le informazioni sulla pagina dedicata.


Scadenza 29/07/2013 - Il Mio Dono - Unicredit

 

 

Dopo il successo dell'edizione invernale, ritorna Un voto, 100.000 aiuti concreti, l'iniziativa di UniCredit che mette a disposizione un contributo del valore di 100.000 euro per supportare le iniziative promosse dalle organizzazioni Non Profit iscritte al sito www.ilmiodono.it. Si potrà votare dal 25 giugno al 29 luglio.

Per tutte le informazioni leggere qui


Scadenza 02/04/13 PROGETTI RIVOLTI ALLE PERSONE CON DISABILITA' E ALLE LORO FAMIGLIE

PRESENTAZIONE PROGETTI RIVOLTI ALLE PERSONE CON DISABILITA' E ALLE LORO FAMIGLIE

SCADENZA  ore 12.00 del 2 aprile 2013  termini presentazione progetti di cui all’art. 14, comma 1, della legge regionale 18 aprile 2008, n. 14 recante “Sistema integrato di interventi e servizi a favore delle persone con disabilità”

 I progetti devono essere rivolti alle persone con disabilità e alle loro famiglie, e devono garantire loro pari opportunità di fruizione dei diritti di cittadinanza.

 

 Possono presentare progetti:

  • gli Enti locali della Regione Valle d’Aosta;
  • l’Azienda U.S.L. della Valle d’Aosta;
  • le Organizzazioni di volontariato di cui alla l.r. 22 luglio 2005, n. 16;
  • le Cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381;

Gli altri enti che operino sul territorio regionale in maniera qualificata a favore della disabilità.Gli enti che siano interessati alla presentazione di progetti o di iniziative che perseguano gli obiettivi in questione possono rivolgersi alla Struttura disabilità dell’Assessorato sanità, salute e politiche sociali (0165/527130-527015) per ottenere informazioni e un utile supporto tecnico-amministrativo.

 

 I progetti dovranno essere inviati a mezzo raccomandata R.R. diretta alla Regione Autonoma Valle d’Aosta – Dipartimento sanità, salute e politiche sociali – Direzione politiche sociali – Servizio disabili- Via De Tillier n. 30 - 11100 AOSTA o mediante consegna diretta alla Struttura disabilità di loc. Grande Charrière, 40, Saint-Christophe.

 

riferimenti su: http://www.regione.vda.it/anteprima.aspx?infopath=/servsociali/evidenze/evidenza_disabili_i.aspx


Scadenza: 28/02/2013 - Bando Fondazione Comunitaria

La Fondazione Comunitaria della Valle d'Aosta ha emanato un bando per progetti il cui obiettivo sia quello di accompagnare i bambini e gli adolescenti nel loro divenire adulti e uomini del domani.

 

Le domande dovranno essere presentate entro le ore 12.00 del 28 febbraio 2013.

Per informazioni si rimanda alla sezione bandi del sito della fondazione comunitaria

 

Potranno concorrere ai 40 mila euro messi a disposizione dalla Compagnia di San Paolo (32 mila euro) e da un Fondo (8 mila euro) aperto da un donatore privato e dedicato all’Infanzia e alla Gioventù, leassociazioni di promozione sociale, parrocchie, enti religiosi, università, istituti con fini culturali e di formazione, cooperative di tipo A e B, associazioni e gruppi informali che propongono iniziative volte a far crescere nella comunità la cultura del confronto e della partecipazione.


Scadenza: 15/02/2013 - Programma Progress

Potranno essere finanziati progetti che contribuiscono a sviluppare soluzioni socialmente innovative nell'ambito delle politiche sociali e di genere.
I progetti dovranno riguardare la promozione di :
- azioni che aiutino a combattere e prevenire l'abbandono scolastico e l'emarginazione giovanile e incentivino l'entrata nel mondo del lavoro;
- prestazioni di servizi innovativi di qualità per l'infanzia, per incrementare il benessere dei bambini e favorire la parità tra i generi;
- azioni che promuovano l'invecchiamento attivo e in buona salute, la qualità della vita e dei servizi sociali della popolazione anziana.

 

Il bando può essere letto qui


Scadenza: 31/12/2012 - Bando Enel Cuore Onlus

Enel Cuore opera nell'ambito dell'assistenza sociale e socio-sanitaria, a sostegno dell'educazione, dello sport e della socializzazione, con particolare riguardo verso i bambini, gli anziani, le persone con disabilità.

Ogni iniziativa viene analizzata dal Consiglio Direttivo in conformità con i criteri indicati nello statuto, i quali fanno riferimento a:

- necessità, urgenza, gravità, nonché singolarità ed eccezionalità del problema sul quale si propone di intervenire;

- capacità di raggiungere gli obiettivi proposti;

- incidenza su settori scarsamente assistiti, anche dal punto di vista economico e territoriale;

- possibilità di accedere ad altre forme di finanziamento. 

 

Modalità di presentazione

Per presentare un progetto è necessario compilare la "scheda di presentazione iniziativa" seguendo le indicazioni.

Una volta riempiti tutti i campi, basta cliccare su “invia la richiesta” e la scheda arriverà direttamente alla Segreteria dell’Associazione.

Per l’invio della “scheda presentazione iniziative” non esistono scadenze prefissate. La scheda può essere inviata in qualsiasi giorno dell’anno.

Per ulteriori informazioni visitare qui.

 

 


Scadenza 21/12/2012 - Italian Fundraising Award 2013 - II edizione

L’obiettivo è raccogliere le più belle storie del nonprofit: storie di solidarietà e di generosità, di dedizione e professionalità, storie di eccezionale ispirazione. L’Italian Fundraising Award sceglie un mezzo semplice ed efficace -  l’esempio - per far conoscere al più vasto pubblico il mondo del nonprofit e la professione del fundraising.

Da quest'anno è stata  introdotta la categoria "Corporate Donor" dedicata all’azienda o fondazione d’impresa che si è distinta per aver contribuito alla realizzazione di progetti di utilità sociale, nazionali e internazionali. Le aziende rappresentano infatti un'importante risorsa per il nonprofit, non solo in termini di contributi economici ma anche per l’apporto di beni e servizi e il coinvolgimento dei dipendenti e degli stakeholders.
Cambiamenti anche nel meccanismo di votazione on-line del Fundraiser: il voto è riservato ai soci Assif e ai partecipanti al Festival del Fundraising, in rappresentanza della categoria professionale e degli operatori del settore. Sono direttamente i fundraiser a premiare un collega, scelto tra i cinque finalisti indicati dalla Giuria.

 

tutte le informazioni sul sito Italian Fundraising Award 2013 - II edizione


Scadenza: 16/11/2012 - Concorso “Sapete come mi trattano?”

FISH lancia la seconda edizione del Concorso “Sapete come mi trattano?”. Un’iniziativa rivolta a chiunque voglia contribuire a fare luce su queste non più tollerabili zone d’ombra della nostra società testimoniando – con una foto, una vignetta, un filmato o con un testo che potrà essere la sceneggiatura per uno spot o un breve film – il proprio pensiero e la propria creatività rispetto al tema della discriminazione o dell’esclusione sociale delle persone con disabilità.

 

Per partecipare al Concorso, che si chiude il 16 novembre 2012, è necessario rispettare le procedure e le regole per la corretta presentazione delle opere, previste nel bando del Concorso. Non è prevista alcuna quota di partecipazione.

A selezionare i cinque finalisti per ogni categoria sarà il Comitato dei valutatori, un organismo composto da professionisti ed esperti per ciascuna delle sezioni in concorso e da leader della rete di associazioni aderenti a FISH, che attribuiranno un punteggio per ogni opera in base all’originalità, all’efficacia e alla capacità di cogliere e trasmettere i principi proposti dal bando.

 

Il Comitato d’onore, composto da esponenti di spicco del mondo della cultura e del movimento per i diritti delle persone con disabilità, avrà il compito di selezionare i vincitori tra i cinque finalisti di ogni categoria individuati dal Comitato dei valutatori.

Al primo classificato di ogni categoria verrà riconosciuto un premio di 2.000 euro; al secondo classificato un premio di 1.250 euro. La Cerimonia di premiazione è prevista a Roma il 3 dicembre 2012.

Il concorso conta sul patrocinio dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni (UNAR), del Dipartimento della Gioventù e della Provincia di Roma. È stato richiesto il patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e del Dipartimento per le Pari Opportunità.


Scadenza: 31/10/2012 - Progetti di servizio civile nazionale – Anno 2013

Possono presentare progetti gli enti di servizio civile iscritti all'albo nazionale e agli albi regionali e delle province autonome. Gli enti iscritti nell'albo nazionale dovranno far pervenire i progetti esclusivamente all'ufficio nazionale.

Gli enti iscritti agli albi regionali e delle province autonome dovranno far pervenire i progetti agli uffici regionali e provinciali dove sono dislocate le proprie sedi di attuazione di progetto accreditate.

I progetti di servizio civile nazionale da realizzarsi all'estero dovranno pervenire esclusivamente all'ufficio nazionale, indipendentemente dall'albo al quale sono iscritti gli enti che li presentano.

I progetti possono essere presentati a partire dal 1° settembre 2012. 


16/06/2017

Saluti del nuovo presidente del CSV

Il nuovo presidente del Coordinamento Solidarietà Valle d'Aosta - Claudio Latino - intende salutare tutti i soci del CSV e i volontari delle associazioni valdostane. Qui allegata la lettera che ha inviato.
leggi tutto

23/06/2015

''Prevenzione&Salute'' 2017

AAA associazioni cercansi

Vista la partecipazione ed il coinvolgimento di diverse associazioni del territorio nell'iniziativa "Prevenzione & Salute" degli anni passati, l'Assessorato Politiche Sociali del Comune di Aosta e la Cooperativa Anziani per l'Autogestione sono a richiedere un coinvolgimento delle organizzazioni [...]
leggi tutto

Offerta formativa


Volontario
Servizio civile