Al via le iscrizioni a “Cactus Lab: It could work!”

It could work!“, nella versione italiana “Si può fare!”, è la celeberrima battuta pronunciata dall’attore Gene Wilder nel film Young Frankenstein (1974) di Mel Brooks. Questa frase, tra le più famose e iconiche della storia del cinema, viene urlata in un primo piano dal protagonista quando comprende che quello che era, fino a quel momento creduto impossibile, si poteva invece realizzare. Allo stesso modo, il percorso partecipativo “Cactus Lab: It could work!” ha l’obiettivo principale di trasformare le idee dei giovani coinvolti, dopo un articolato processo di formazione, in progetti culturali concreti al fine di sostenere e incoraggiare la loro creatività.

L’iniziativa si prefigge di fornire ai partecipanti gli strumenti necessari e le specifiche abilità per operare all’interno del settore dell’organizzazione di eventi culturali con particolare attenzione alla promozione del territorio. Il percorso intende offrire un quadro metodologico alla progettazione e comunicazione culturale intendendo l’evento come occasione di incontro e interconnessione tra i giovani e il territorio, come partecipazione attiva alla vita civile e culturale della comunità di appartenenza e occasione di aggregazione e cooperazione tra i ragazzi coinvolti nel progetto.

Durante il percorso i partecipanti avranno l’opportunità di conoscere e confrontarsi con le diverse realtà che operano sul territorio regionale (tra le quali Prove Generali di Morgex, Spazi d’ascolto di Introd, Ététrad di Aosta, Aosta-Becca di Nona di Charvensod, Cittadella dei Giovani di Aosta) e avranno la possibilità di fare un’esperienza pratica e concreta, all’interno dello staff del Cactus International Children’s and Youth Film Festival, al fine di comprendere come applicare le nozioni teoriche apprese e di prendere coscienza degli aspetti organizzativi che caratterizzano l’organizzazione di un evento. A conclusione delle attività, i ragazzi si cimenteranno nell’ideazione di un evento pubblico da loro interamente pensato e realizzato per mettere in pratica quanto acquisito durante il percorso.

Il progetto si rivolge a un numero massimo di 10 giovani, in modo da garantire una superiore qualità della didattica e consentire un’ottima interazione con le diverse figure coinvolte, di età compresa tra i 16 e i 29 anni, residenti o domiciliati in Valle d’Aosta. I giovani potranno aderire sia singolarmente che in rappresentanza di Associazioni Giovanili, di Volontariato o di gruppi informali. Il gruppo eterogeneo per età e provenienza che andrà a formarsi sarà uno dei punti di forza del progetto che mira all’arricchimento reciproco attraverso la peer education. In particolare, la differenza di età e di esperienze permetterà di valorizzare il cooperative learning, modalità di apprendimento che valorizza lo scambio continuo di competenze diverse per età e peculiarità di ciascuno.

Il laboratorio si svolgerà il sabato pomeriggio, a partire dal 12 marzo, dalle ore 14.30 alle ore 16.30 presso “Maison Gargantua” in frazione Moline 3 a Gressan (AO).

Le adesioni al progetto sono aperte: è possibile iscriversi compilando il modulo https://forms.gle/NLaEbRQ9MS7t1GMt6 entro e non oltre le ore 24.00 del 14 febbraio 2022.

Il progetto è stato finanziato dall’Assessorato Istruzione, Università, Politiche giovanili, Affari europei e Partecipate della Regione autonoma Valle d’Aosta tramite l’Avviso pubblico “2-2021” per favorire progetti ed iniziative a carattere locale e/o regionale capaci di generare nuove possibilità e soluzioni a problemi e priorità che impattano sulle giovani generazioni, a valere sulle risorse del Fondo regionale per le politiche giovanili ai sensi della L. R. 12/2013.

L’iniziativa è organizzata da Long Neck Doc Associazione Culturale in collaborazione con il Comune di Gressan, il CSV Valle d’Aosta e la Cittadella dei Giovani.

Altre Notizie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv

La Newsletter del csv