Alla Foire 2018 Les Amis de l’Avis aiutano a promuovere il dono del sangue

| News

[vc_row gap=”30″][vc_column width=”1/3″][vc_column_text][/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]

Torna anche per la Fiera di Sant’Orso 2018 il rendez-vous con “Les AMIS de l’AVIS”  l’iniziativa solidale organizzata dall’AVIS Valle d’Aosta.  Il 30 e 31 gennaio sarà possibile promuovere il DONO del Sangue grazie agli artigiani donatori di sangue aderenti all’Avis e simpatizzanti che espongono nei due giorni della Fiera.

“Les Amis de l’AVIS –  spiega il Presidente Avis Valle d’Aosta, Pier Paolo Civelli – saranno di scena anche in questa Fiera. Donne e uomini che, oltre ad esporre le loro opere di artigianato, aiuteranno l’AVIS in qualità di veri e propri ambasciatori per rilanciare il messaggio di altruismo a sostegno del Dono di sangue. L’ iniziativa giunta ormai al quarto anno, era nata dall’Avis di Aosta per allargarsi ad una platea di artigiani donatori di tutta la regione vista la presenza capillare di AVIS da quasi 70 anni su tutto il territorio della valle. In questo modo è possibile incontrare la gente e sensibilizzarla sulla cultura del Dono. Un messaggio amplificato dalla piattaforma social adottata da Avis per raggiungere un pubblico sempre più vasto sul web.”

Il simbolo des Amis de l’Avis è il ciondolo realizzato da due artisti affermati come Dario Marguerettaz e Antonella Berra che  collaborano per la terza volta con Avis. Loro l’idea originale del simpatico personaggio a forma di goccia. Anche nel corso della Veillà del 30 gennaio ci sarà  spazio per il messaggio solidale di promozione del Dono di sangue con la Crotta Amis de la Table Ronde che ha confermato la collaborazione.

“Un clima di festa – aggiunge il Presidente dell’Avis Aosta Meinardi che collabora all’iniziativa– e di incontro gioioso quello proposto dalla Fiera di S.Orso durante il quale però è possibile dare spazio anche ad un messaggio di impegno e di attenzione  verso chi soffre ed ha bisogno di aiuto per una migliore qualità della vita grazie alle donazioni di sangue.” L’Avis di Aosta consegna ad ogni artigiano aderente un ciondolo e un diploma da esporre sul proprio banchetto. Due segni distintivi che insieme alla collaborazione degli Amis de l’Avis consentono di ricordare l’importanza della donazione di sangue.

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”20px”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_empty_space height=”70px”][vc_masonry_grid post_type=”post” max_items=”4″ element_width=”3″ gap=”20″ item=”544″ grid_id=”vc_gid:1517219704444-0ff8e62a-3b08-7″ taxonomies=”1, 3″][/vc_column][/vc_row]


Al via la campagna di solidarietà per il “Giocattolo sospeso”: un Dono è il più bel regalo di Natale

24/11/2020

La campagna portata avanti dal CSV in collaborazione con il Celva, con l’Associazione Ali e con Confcommercio sarà attiva su tutto il territorio valdostano fino al 6 gennaio 2021.

Rinnovato il Consiglio direttivo della LICD VdA


Maria Grazia Vacchina è stata confermata alla presidenza della LICD VdA.

L’associazione Partecipare Conta vince il Premio regionale per il volontariato

20/11/2020

L’associazione Partecipare Conta premiata per il progetto “Ri-partire insieme”. Riconoscimenti anche per AVIS VdA, ANGSA VdA, Volontari del soccorso di Donnas, VIOLA e Antenne Handicap VdA.

“Corpi segregati”, una videoconferenza nell’ambito del Toubab Festival

17/11/2020

Mercoledì 18 novembre alle 21 sulla pagina Facebook della Rete Antirazzista VdA ci sarà la videoconferenza di Alessandra Ballerini, avvocata per i diritti umani e giornalista.

Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni