Bando 2021 Educazione alla Cittadinanza Globale

ENTE EROGATORE

Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo

SCADENZA

9 febbraio 2022 alle ore 13:00

FINALITÀ E AMBITI DI INTERVENTO DEL BANDO

Le Iniziative dovranno contribuire allo sviluppo e al rafforzamento di una concezione di “cittadinanza”, intesa come appartenenza alla comunità globale, concorrendo in modo pragmatico al cambiamento individuale e collettivo per la creazione di un mondo più sostenibile e giusto” e afferire ad uno solo degli ambiti di intervento previsti dal bando:

Rafforzare la conoscenza degli OSS dell’Agenda 2030 e la sua implementazione, oltre a sensibilizzare sui temi della solidarietà internazionale.
Promuovere, azioni, comportamenti e forme di partecipazione attiva volti alla tutela dell’ambiente, alla lotta ai cambiamenti climatici e alla mitigazione dell’impatto antropico sull’ambiente naturale.
Contribuire a contrastare fenomeni di odio, intolleranza e discriminazione valorizzando la diversità in ogni sua accezione e promuovendo l’interazione culturale, sociale ed economica, al fine di favorire il consolidarsi di una società inclusiva.

Per ciascun ambito di intervento, le Iniziative dovranno riferirsi agli OSS e ai Target dell’Agenda 2030 relativi specificatamente ad attività di Educazione alla Cittadinanza Globale identificati nei Target 4.7, 12.8 e 13.3.

LOTTI E CARATTERISTICHE DELLE INIZIATIVE

Il bando, con l’obiettivo di valorizzare il diverso ruolo che ogni attore riveste nella promozione dell’Educazione alla cittadinanza globale, prevede 2 lotti:

Lotto 1 riservato alle Iniziative proposte dagli Enti Territoriali: le Iniziative proposte dovranno valorizzare il ruolo degli ET nella costruzione di percorsi attivi con enti e soggetti del proprio territorio e di altri territori, che valorizzino le specificità e le opportunità dei territori, che vadano oltre il carattere episodico e incardino in modo strutturato le Iniziative medesime nelle politiche, nei programmi, nei piani. Sarà essenziale l’attivazione di partenariati tra gli Enti Territoriali, senza limiti di confini e di tipologie di Enti coinvolti. Le Iniziative dovranno promuovere attività di coordinamento territoriale non solo tra Enti, ma anche tra i diversi attori (privato profit, autorità pubbliche, cittadinanza, organizzazioni del territorio, organizzazioni giovanili, mondo accademico, etc..) per rafforzare il tessuto sociale delle aree di intervento. Le Iniziative potranno altresì promuovere percorsi di formazione e informazione del personale impiegato dagli stessi Enti Territoriali; proporre percorsi di formalizzazione dell’ECG nell’ambito dell’insegnamento di Educazione civica in collegamento con gli Uffici scolastici regionali oltre a realizzare campagne tematiche di informazione e sensibilizzazione a livello territoriale.

Lotto 2 riservato alle Iniziative proposte dalle Organizzazioni della Società Civile: le Iniziative proposte dovranno valorizzare le competenze e l’esperienza acquisite, realizzando percorsi di formazione che coinvolgano docenti e studenti di ogni ordine e grado, famiglie, organizzazioni del territorio, associazioni giovanili, il settore privato profit, professionisti dell’informazione, etc. Ciò avverrà mediante l’applicazione delle metodologie peculiari dell’ECG, favorendo l’attivazione e l’apertura dal contesto di educazione formale a quello informale, coltivando l’esperienza e l’azione sul territorio. Le iniziative proposte attiveranno inoltre campagne di informazione e sensibilizzazione sui temi e aspetti rilevanti dell’ECG.

Le iniziative dovranno realizzarsi in Italia e dovranno avere durata ordinaria obbligatoria di 24 mesi.

SOGGETTI AMMISSIBILI

Lotto 1: Enti Territoriali (ossia Regioni, Province autonome di Trento e di Bolzano ed Enti Locali), che siano dotati di una struttura organizzativa preposta alla gestione di Iniziative ECG o, in alternativa, di un team, composto da un responsabile e da un gruppo di dipendenti/consulenti con adeguate competenze, preposto alla gestione dell’Iniziativa presentata.
Lotto 2: Organizzazioni della società civile  ed altri soggetti senza finalità di lucro che alla data di scadenza della presentazione delle proposte, risultino regolarmente iscritte all’elenco di cui all’articolo 26, comma 3 della Legge n. 125/2014 e all’articolo 17 del D.M. n. 113/2015.

RISORSE DISPONIBILI ED ENTITÀ DEI CONTRIBUTI

Lo stanziamento totale è di 20 milioni di euro ripartito come segue:

7 milioni di euro per il Lotto 1;
13 milioni di euro per il Lotto 2.

Per il lotto 1 il contributo richiedibile non può essere superiore al 90% del costo totale dell’iniziativa e deve rispettare i seguenti limiti: deve non essere inferiore a € 150.000,00 e non superiore a € 600.000,00.

Per il lotto 2 il contributo richiedibile non può essere superiore al 90% del costo totale dell’iniziativa e deve rispettare i seguenti limiti: deve non essere inferiore a € 150.000,00 e non superiore a € 700.000,00.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

La proposta deve essere inviata esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo PEC protocollo.aics@pec.aics.gov.it entro le ore 13:00 del 9 febbraio 2022 utilizzando obbligatoriamente gli appositi modelli forniti in allegato al bando.

INFORMAZIONI E CONTATTI

Eventuali domande di chiarimento  potranno essere indirizzate unicamente da parte dei Soggetti Proponenti ammissibili per mezzo PEC, al seguente indirizzo faq.bandi@aics.gov.it entro e non oltre il 15 dicembre 2021.

Link alla pagina ufficiale del bando sul sito dell’AICS con testo completo del bando e allegati

altri bandi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv