Bando per il finanziamento di percorsi di formazione digitale delle casalinghe

ENTE EROGATORE

Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri

SCADENZA

31 marzo 2022 alle ore 12.00

OBIETTIVO DEL BANDO

L’Avviso è finalizzato alla realizzazione di interventi formativi rivolti a coloro che svolgono attività nell’ambito domestico, in via prioritaria delle donne, senza vincolo di subordinazione e a titolo gratuito, finalizzate alla cura delle persone e dell’ambiente domestico, con particolare riguardo all’acquisizione di competenze digitali, funzionali all’inserimento lavorativo e alla valorizzazione delle attività di cura.

CARATTERISRICHE DEI PROGETTI

Le proposte progettuali, da realizzarsi in un arco temporale massimo di dodici mesi, dovranno prevedere l’offerta di percorsi di formazione in campo digitale rivolti alle casalinghe e ai casalinghi, iscritte e iscritti all’assicurazione obbligatoria di cui all’articolo 7 della legge 3 dicembre 1999, n. 493. Le proposte progettuali dovranno prevedere la somministrazione dei corsi esclusivamente in modalità telematica.

Gli interventi di formazione dovranno essere rivolti all’acquisizione di competenze digitali in ciascuno dei seguenti ambiti:

alfabetizzazione su informazioni e dati: ricerca delle informazioni sul web, archiviazione in cloud;
creazione di contenuti: scrittura, produzione, elaborazione e modifica dei contenuti digitali;
comunicazione e collaborazione: e-mail, chat e videoconferenze, social network, sistemi di messaggistica, cartelle e documenti condivisi, etc;
risoluzione dei problemi inerenti ai principali profili software e hardware dei dispositivi elettronici e informatici: riavviare il computer, installare o disinstallare un programma, verificare la connessione internet;
sicurezza: protezione dei propri e dati, conoscenza delle norme sulla privacy, protezioneda possibili pericoli negli ambienti digitali (ad es. cyberbullismo), conoscenza dell’impatto ambientale dell’utilizzo delle tecnologie, sicurezza negli acquisti online, protezione dalle frodi online, tutela della salute, sicurezza dei figli nell’uso della rete;
servizi al cittadino: conoscenza sui servizi digitali al cittadino offerti dalla pubblica amministrazione, con attenzione, in particolare, all’utilizzo di SPID, dei pagamenti elettronici, dell’app IO, dei servizi comunali, Inps e dell’Agenza delle Entrate;
gestione domestica: conoscenza e utilizzo di semplici strumenti digitali per l’organizzazione e l’impostazione del budget domestico.

SOGGETTI AMMISSIBILI

Potranno partecipare in qualità di soggetto proponente esclusivamente:

enti di formazione pubblici in forma singola o associata;
enti di formazione privati in forma singola o associata;
associazioni, organizzazioni e cooperative sociali operanti nel settore della formazione.

I soggetti privati  dovranno:

avere tra i propri scopi e fini istituzionali, espressamente dichiarati nel proprio Statuto o Atto costitutivo, l’attività di formazione;
essere costituiti da almeno cinque anni in forma di atto pubblico oppure di scrittura privata autenticata o registrata;
aver realizzato, nei tre anni precedenti alla richiesta, almeno 3 corsi finalizzati all’acquisizione di competenze digitali di base.

Ciascun soggetto proponente, a pena di esclusione, può presentare un solo progetto e non può essere, nel contempo, ente aggregato in ATS di altra proposta progettuale.

RISORSE DISPONIBILI

L’ammontare totale delle risorse destinate ai progetti è di 3 milioni di euro.

La richiesta di finanziamento per ciascuna iniziativa formativa dovrà essere compresa tra il limite minimo di euro 100.000 per almeno due edizioni del percorso, e massimo di euro 300.000 oltre le cinque edizioni.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Tutta la documentazione richiesta, firmata digitalmente, dovrà pervenire entro le ore 12:00 del 31 marzo 2021, tramite PEC al seguente indirizzo: formazione2021@pec.governo.it, indicando oggettoil codice “Formazione2021” e la denominazione del soggetto proponente.

Link alla pagina ufficiale del bando in cui sono pubblicati l’avviso e gli allegati

Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonte ufficiali degli enti erogatori, vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. Infobandi non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare Infobandi come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la documentazione e verificare le procedure ufficiali.

altri bandi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv

La Newsletter del csv