Bando per il finanziamento di progetti di cooperazione internazionale

 

ENTE EROGATORE

Commissione per le Adozioni Internazionali

SCADENZA

15 ottobre 2022 alle ore 23.59

FINALITÀ DEL BANDO

Attraverso il Bando, la Commissione per le Adozioni Internazionali (CAI) intende promuovere i seguenti obiettivi strategici ispirati ai principi generali della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo, dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile e delle “Linee guida sull’infanzia e l’adolescenza”:

nel pieno rispetto del principio di sussidiarietà, così come richiamato dalle Convenzioni internazionali, prevenzione e contrasto del fenomeno dell’abbandono dei minori nel Paese di origine, mediante realizzazione di interventi concreti che ne facilitino il permanere nella famiglia naturale e più in generale nel contesto socioculturale di appartenenza ovvero in famiglie affidatarie o adottive nel Paese di origine;
pianificazione di attività di cooperazione con enti pubblici e/o privati che, sul territorio del Paese di origine, hanno l’obiettivo di assicurare e realizzare il benessere generale del minore, operando sempre nel suo superiore interesse.

AMBITO E PAESI DI INTERVENTO DEI PROGETTI

I progetti potranno essere sviluppati su sette ambiti prioritari di intervento – Child Protection, Salute, Educazione, Early Childhood, Giustizia minorile, Minori in movimento, Disabilità – e realizzati nel territorio di uno dei seguenti Paesi dei tre continenti indicati:

Africa: Burkina Faso/Repubblica Democratica del Congo/Senegal, nei seguenti quattordici Paesi dell’Africa Occidentale: Benin/Capo Verde/Costa d’Avorio/Gambia/ Ghana/Guinea/Guinea Bissau/Liberia/Mali/Mauritania/Niger/ Nigeria/Sierra Leone/Togo e nei seguenti sei Paesi dell’Africa Orientale: Burundi/Etiopia/Kenya/Madagascar/ Tanzania/Zambia;
America Latina: Bolivia/Brasile/Colombia/Perù e nei seguenti otto Paesi dell’America Centrale: Costa Rica/El Salvador/Guatemala/Honduras/Nicaragua/Panama/Repubblica Dominicana/Messico;
Asia: Cambogia/Filippine/India/Vietnam.

SOGGETTI AMMISSIBILI

Il Bando è rivolto agli Enti Autorizzati (EA) ai sensi dell’art. 39 ter della Legge 476/1998.

Ad ogni Progetto devono partecipare almeno tre EEAA: un Coordinatore e due Partner; sarà oggetto di positiva valutazione la partecipazione di più di due EEAA partner.

RISORSE ED ENTITÀ DEI CONTRIBUTI

Le risorse finanziarie complessivamente disponibili ammontano ad € 9.787.500,00.

Ogni progetto sarà finanziato dalla CAI per un importo pari al 95% del costo totale ammissibile, nella forma della sovvenzione diretta per un importo non superiore a € 652.500,00 e non inferiore a € 522.000,00. Ogni Progetto dovrà avere un costo totale ammissibile non superiore ad € 686.842,10 e non inferiore ad € 549.473,68.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE

Per la presentazione delle domande di partecipazione l’EA Coordinatore deve autenticarsi tramite SPID del Legale rappresentante al “Gestionale Enti”, compilare la domanda di partecipazione, la Scheda di Progetto e il Cronoprogramma e allegare tutti i documenti previsti dal Bando.

Dal 1° settembre 2022 saranno rese disponibili nell’ambito della sezione “Bandi di cooperazione” del “Gestionale Enti” – Piattaforma SVEVA – le funzionalità online per la presentazione delle domande, per la compilazione dei moduli previsti dal Bando e per l’inserimento degli allegati. L’invio delle domande è consentito, a pena di irricevibilità,  fino alle ore 23:59 del 15 ottobre 2022.

INFORMAZIONI

Eventuali chiarimenti sul Bando o sugli allegati potranno essere richiesti unicamente a mezzo posta elettronica al seguente indirizzo: cai.segreteriatecnica@governo.it,  indicando espressamente nell’oggetto del messaggio la dicitura “CAI Coop_Int 2022 – Richiesta informazioni”.

Link alla pagina ufficiale dell’Avviso, da cui è possibile scaricare il testo integrale, gli allegati e le FAQ.

Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonte ufficiali degli enti erogatori, vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. Infobandi non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare Infobandi come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la documentazione e verificare le procedure ufficiali.

altri bandi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv

La Newsletter del csv