Bando per sostenere una advocacy europea coordinata ed efficace per la parità di genere

 

ENTE EROGATORE

Bill & Melinda Gates Foundation

SCADENZA

18 novembre 2022

PROMOTORE E FINALITÀ

La Bill & Melinda Gates Foundation nel 2020 ha lanciato la propria divisione per la parità di genere e, da allora,ha approfondito e accelerato il lavoro sul tema. Nel prossimo quadriennio (2022-2025), una componente della strategia  di advocacy e comunicazione si concentrerà sulla garanzia di maggiori e migliori risorse per la parità di genere, in particolare nel Sud del mondo.

In questo ambito, ha pubblicato un bando (Request For Proposal – RFP) per sviluppare una rete, un hub e/o nuove collaborazioni per l’advocacy europea sulla parità di genere.

CARATTERISTICHE DEI PROGETTI

La Fondazione intende sostenere proposte innovative finalizzate a:

promuovere finanziamenti più consistenti e migliori: aumentare l’importo e migliorare la qualità degli aiuti pubblici allo sviluppo europei per la parità di genere nel Sud del mondo;
promuovere le politiche: sviluppare un linguaggio significativo sulla parità di genere e raccomandazioni per le strategie e le politiche;
rafforzare le comunicazioni strategiche: aumentare la priorità o l’importanza che i destinatari e i decisori chiave attribuiscono all’uguaglianza di genere, inducendoli a essere più ricettivi alle iniziative di advocacy e, in ultima analisi, aumentare “il costo” che i leader devono sostenere per ignorare o impegnarsi poco in materia di parità di genere.

Per essere presi in considerazione, i candidati devono:

essere in grado di articolare il tipo di spazio, collettivo o rete che si intende creare, chi ne farà parte e come si costruirà la fiducia e si lavorerà insieme per sviluppare e raggiungere obiettivi comuni;
presentare una visione chiara di come il lavoro affronterà le lacune nell’advocacy per la parità di genere;
dimostrare la capacità di sostenere efficacemente le priorità della parità di genere con i principali decisori e partner;
dimostrare di conoscere gli spazi politici femministi e sulla parità di genere, di avere credibilità sulla questione e di avere familiarità con il panorama dei programmi e dei finanziamenti europei;
avere un piano per coinvolgere una serie di partner tra gruppi femministi, reti, ONG, etc;
sviluppare un’idea che abbia una portata in più paesi europei, con un piano iniziale per indirizzare il lavoro in almeno quattro dei seguenti territori: UE, Regno Unito, Francia, Germania, Paesi Bassi, Svezia, Spagna.

SOGGETTI AMMISSIBILI

Possono candidarsi organizzazioni legalmente registrate nel proprio Paese singolarmente o presentare una domanda collettiva in cui almeno un partecipante sia legalmente registrato e in grado di ricevere un finanziamento da una fondazione privata americana.

Particolare attenzione verrà prestata a:

candidati con relazioni attive e dimostrate con organizzazioni, reti e movimenti femministi situati nel Sud del mondo;
candidati con una comprovata esperienza nel coinvolgimento dei media e nell’advocacy;
candidati che dimostrino come l’organizzazione cerchi di promuovere la diversità, l’equità e l’inclusione;
candidati con team esecutivi o dirigenziali composti da una maggioranza di donne, ragazze o persone trans/non binarie;
candidati con team esecutivi o dirigenziali diversificati che presentino caratteristiche quali la presenza di persone di colore, indigeni o persone di diverse etnie.

RISORSE

La Fondazione intende investire almeno 6-7 milioni di dollari US in totale nell’arco di tre anni (2023, 2024 e 2025) in uno sforzo che può coinvolgere più partner/progetti.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE

Le candidature devono essere presentate entro il 18 novembre 2023 attraverso la piattaforma online della Fondazione.

Link alla pagina web del bando

Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonte ufficiali degli enti erogatori, vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. Infobandi non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare Infobandi come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la documentazione e verificare le procedure ufficiali.

altri bandi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv

La Newsletter del csv