Claudio Latino confermato nel Direttivo di CSVnet, Luigino Vallet eletto nel Collegio dei Garanti

Per la prima volta, due valdostani sono stati eletti negli organismi nazionali di CSVnet, l’associazione nazionale dei Centri di servizio per il volontariato (Csv). L’assemblea elettiva di sabato 26 giugno ha rinnovato il Consiglio Direttivo, l’Organo di controllo ed il Collegio dei Garanti.

Claudio Latino, presidente del CSV Valle d’Aosta, è stato confermato Consigliere nazionale nel direttivo che rimarrà in carica per i prossimi quattro anni e che per la prima volta sarà presieduto da una donna, Chiara Tommasini. Insieme a Latino, fanno parte del consiglio direttivo altri 19 membri: Sergio Bonagura, Mauro Bornia, Maria Antonia Brigida, Giorgia Brugnettini, Simone Bucchi, Paola Capoleva, Giorgio Casagranda, Casto Di Bonaventura, Lorenzo Gianfelice, Cristina Gonnella, Maria Luisa Lunghi, Gianpiero Licinio, Ivan Nissoli, Luigi Paccosi, Piero Petrecca, Andrea Pistono, Renzo Razzano, Chiara Tommasini, Leonardo Vita.

Entra per la prima volta nel Collegio dei Garanti Luigino Vallet, già presidente del CSV e della Fondazione comunitaria della Valle d’Aosta, insieme a Emanuela Carta e Stefano Iandiorio.

Per Claudio Latinola riconferma nella carica di Consigliere nazionale di CSVnet, l’organismo di tutti i Csv presenti nel Paese, rappresenta la soddisfazione personale per il lavoro compiuto nel precedente mandato, volto a rafforzare il ruolo del volontariato valdostano e, nel contempo, mirato a delineare una nuova politica associativa nazionale ed internazionale, in particolare quale membro del Gruppo europeo del volontariato”.

Accanto a questo – prosegue Latino – c’è la piena soddisfazione per il ruolo di assoluto protagonista svolto dal CSV Valle d’Aosta in questi anni all’interno di questa importante assise nazionale, un ruolo che oggi viene ulteriormente valorizzato dalla nomina di Luigino Vallet quale componente del Collegio dei Garanti. Una soddisfazione complessiva, quindi, per un risultato storico per la nostra regione”.

Altre Notizie

Aumento capienza sale del CSV

La sala riunioni potrà ospitare fino a 15 posti, la formazione 25 e la sala conferenze 60. L’accesso è possibile solo se in possesso del green pass.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv