Convegno: Violenza o conflitto? Come riconoscere la differenza

| News

[vc_row gap=”30″][vc_column width=”1/3″][vc_column_text][/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]Venerdì 14 dicembre 2018 a partire dalle ore 9 e fino alle 17, nella Sala Maria Ida Viglino di Palazzo Regionale in Piazza Deffeyes 1 ad Aosta, si terrà il convegno “Violenza o conflitto? Come riconoscere la differenza” promosso dal Centro Donne Contro la Violenza di Aosta e con il patrocinio di: Assessorato Sanità, Salute, Politiche Sociali e Formazione della Regione Autonoma Valle d’Aosta, Ordine degli Avvocati della Valle d’Aosta, Ordine dei Giornalisti della Valle d’Aosta e Ordine degli Assistenti Sociali della Valle d’Aosta.

Numerosi sono ancora i casi in cui la violenza sulle donne viene erroneamente interpretata come ‘alta conflittualità’. È qui, nel disconoscimento dell’atto violento, che si origina l’inadeguata gestione del processo di superamento della violenza. Impellente è dunque la necessità, da parte delle numerose figure professionali coinvolte in tale processo, di distinguere la violenza dal conflitto, e dunque di riconoscere la violenza. Come si può comprendere tale distinzione?

Il convegno, moderato dalla giornalista Simonetta Padalino, si propone proprio di fornire una ‘cassetta degli attrezzi’ utile nella delicata prima fase di individuazione della violenza, attingendo ai diversi campi di indagine. Interverranno il magistrato Fabio Roia, l’avvocata Rosa Pepe, la giornalista Monica Lanfranco, la psicologa Micaela Crisma e per il Cerchio degli Uomini di Torino Roberto Poggi.

previsto l’accreditamento per l’Ordine degli Avvocati (4 crediti), l’Ordine dei Giornalisti (3 crediti + 5 crediti deontologici), e l’Ordine degli Assistenti Sociali (6 crediti).

La partecipazione all’evento è gratuita, previa iscrizione al seguente link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-violenza-o-conflitto-come-riconoscere-la- differenza-51716508469.[/vc_column_text][vc_empty_space height=”20px”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_empty_space height=”70px”][vc_masonry_grid post_type=”post” max_items=”4″ element_width=”3″ gap=”20″ item=”544″ grid_id=”vc_gid:1544437062547-88a59521-aa3f-5″ taxonomies=”1, 3″][/vc_column][/vc_row]


“Premio Regionale per il Volontariato”, candidature entro il 10 settembre

22/06/2021

Anche l’edizione 2021 si rivolge alle nuove fragilità e alle emergenze inedite conseguenti all’epidemia da Covid, premiando i migliori progetti volti a superare la fase critica attuale, siano essi rivolti al miglioramento della vita o alla promozione e valorizzazione dei diritti delle persone in campo socio-assistenziale, socio-sanitario e socio-educativo.

Il CSV aderisce a Pro Bono Italia

21/06/2021

La rete degli avvocati di Pro Bono Italia mette a disposizione degli ETS la consulenza gratuita degli studi legali aderenti. Nell’articolo un video di spiegazione del servizio.

Mercoledì 30 giugno l’assemblea ordinaria dei soci del CSV

17/06/2021

L’assemblea si terrà mercoledì 30 giugno alle 17 presso il cortile del Seminario vescovile in Via Xavier de Maistre n. 17 (accanto al CSV) rispettando tutte le indicazioni in materia di prevenzione da contagio COVID-19.

#RiformaTerzoSettore: Come pubblicare i contributi pubblici agli enti non profit


Tutte le indicazioni in vista della scadenza del prossimo 30 giugno per le organizzazioni che hanno ricevuto importi pari o superiori a 10.000 euro. E per non sbagliare, un fac-simile per la compilazione.

Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni