Da Intesa Sanpaolo un Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale 

Intesa Sanpaolo lancia un Fondo di Beneficenza ed opere di carattere sociale e culturale.

Il Fondo di Beneficenza opera sotto la diretta responsabilità del Presidente del Consiglio di Amministrazione, intervenendo a supporto di progetti ad alto impatto sociale realizzati da enti del terzo settore. Per il raggiungimento della propria mission e l’esecuzione di erogazioni liberali, il Fondo ha a disposizione una dotazione di risorse rappresentata da utili non distribuiti che il Gruppo destina periodicamente alla beneficenza.

Le modalità di gestione e utilizzo del Fondo sono disciplinate dal Regolamento e dalle Linee Guida biennali approvate dal Consiglio di Amministrazione della Banca in modo trasparente e coerente agli impegni indicati nel Codice Etico del Gruppo Intesa Sanpaolo. Nella selezione dei settori e dei progetti di intervento viene prestata particolare attenzione al merito delle iniziative proposte e all’importanza dei bisogni sociali che intendono soddisfare.

Linee Guida e tematiche di rilievo

Le Linee Guida stilate per il biennio 2021 e 2022 hanno individuato tre tematiche focus di particolare, ma non esclusivo, interesse:

  • Supporto psicologico ai malati di Covid e ai soggetti maggiormente colpiti dalla pandemia;
  • Formazione e inserimento lavorativo di soggetti fragili, con particolare attenzione per le nuove povertà;
  • Supporto agli adolescenti e ai giovani in situazione di fragilità.

Il Fondo rimane aperto anche a interventi utili ad agire su altre problematiche sociali quali, in modo esemplificativo ma non esaustivo:          

  • povertà educativa;
  • violenza intrafamiliare;
  • povertà sanitaria e malattie;
  • disabilità fisica e intellettiva;
  • sport dilettantistico inclusivo, solo a livello di Liberalità territoriali (richieste fino a 5.000 euro);
  • progetti sociali che si caratterizzano anche per i loro risvolti culturali, i cui beneficiari sono soggetti fragili dal punto di vista economico e/o sociale;
  • progetti di ricerca medica che hanno come fine il miglioramento della vita degli individui (richiesta superiori a € 5.000).

Possono essere sostenuti anche progetti di rilievo sociale in ambito internazionale, esclusivamente attraverso le Liberalità centrali.

Modalità e tempistiche per la richiesta

Le richieste, da effettuarsi esclusivamente tramite la piattaforma raggiungibile attraverso il sito, si differenziano in due macro-categorie distinte per importo e potenziale impatto sociale. Sono classificate in:

  • territoriali (fino a € 5.000);
  • centrali (superiori a € 5.000).

Per entrambe le tipologie di liberalità vengono valutate solo iniziative specifiche, ovvero non è previsto il supporto alle attività ordinarie dell’Ente.

Le richieste possono essere presentate ogni anno da gennaio a dicembre. Le erogazioni avvengono lungo tutto il corso dell’anno, esaurendo progressivamente il plafond disponibile. I progetti non vengono selezionati in ordine cronologico (eccetto i progetti di ricerca), ma sulla base del potenziale impatto sociale. 

Altre Notizie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv

La Newsletter del csv