Il 6 ottobre ad Aosta si celebra il Donoday 2018

Eventi, News

Anche ad Aosta si celebra il Donoday2018 l’iniziativa, giunta alla quarta edizione, pensata dall’Istituto Italiano della Donazione (IID) in collaborazione con l’Anci per valorizzare l’Italia del bene e chi fa del dono una pratica quotidiana.

Dopo Sarre e ChatillonPont –Saint-MartinSaint-VincentVerrès, Gignod  e aspettando Donnas (7 ottobre) e Morgex (12 ottobre), il capoluogo regionale ospita due appuntamenti che coinvolgono direttamente le associazioni valdostane.

Nella mattina di giovedì 4 ottobre si svolgerà quindi la “Caccia al tesoro della solidarietà” che coinvolgerà un’ottantina di studenti valdostani che avranno l’opportunità di conoscere, con diversi itinerari, le attività portate avanti da una ventina di organizzazioni di volontariato del territorio.

Sabato 6 ottobre, in Cittadella, a partire dalle 15, saranno invece proposte, direttamente dalle associazioni, alcune attività. Durante tutto il pomeriggio previsti, in particolare, una dimostrazione sportiva a cura dell’AVP, l’Associazione Valdostana Paraplegici, e la Disval, la biblioteca vivente con la partecipazione di Anteas, Uniendo Raices, Associazione Dora Donne in Valle d’Aosta, Avapa, Cuori Aperti, Libera, Avvc, Viola e la cooperativa sociale “C’era L’Acca”.

In programma anche giochi interculturali promossi da Uniendo Raices, la presentazione del libroCrescere senza stereotipi” scritto da Viviana Rosi e Francesca Schiavon e letture sugli stereotipi di genere per bambini dai 4 ai 13 anni a cura del Centro Donne contro la violenza.

Dalle 18 sarà possibile assistere ad una sfilata etnica e ascoltare le performance dal vivo della Taxi Orchestra e il Conjunto Cubano della Sfom. La festa si concluderà con una serata aperitivo offerta dal CSV.

All’apertura dell’anno sociale sarà presente anche Pinuccio Fazio, padre del giovane Michele vittima innocente della mafia pugliese, ucciso a Bari da un proiettile vagante la sera del 12 marzo 2001. I partecipanti potranno inoltre conoscere le novità dei prodotti di Libera Terra.

L’Associazione Libera Vda è attiva sul territorio regionale dal 2008 e si è concentrata soprattutto su progetti di formazione rivolti ai ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado, attraverso incontri con i volontari e attività extrascolastiche come ad esempio il teatro o i banchetti per la vendita dei prodotti di Libera Terra, coltivati su terreni confiscati alle mafie.

Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni