Più di venti iniziative per il ritorno del DonoDay

Una grande carovana di solidarietà con oltre venti iniziative per celebrare la giornata dedicata a chi fa del dono una pratica quotidiana. Il #DonoDay2021 – istituito con la legge n. 110 del 14 luglio 2015 – è promosso dall’Istituto Italiano della Donazione il 4 ottobre di ogni anno su tutto il territorio nazionale. Dopo la pausa forzata dovuta alla pandemia, l’evento vede nuovamente coinvolta, in prima linea, la Valle d’Aosta con tanti eventi organizzati dal 2 al 10 ottobre.  

La rassegna in Valle è coordinata dal CSV in collaborazione con il Celva in un’alleanza che segna sempre più l’importanza del rapporto tra mondo del volontariato, amministrazioni pubbliche e cittadinanza. “Siamo tenacemente legati al Donoday che si è dimostrato negli anni un mezzo straordinario per promuovere il volontariato e i volontari sul territorio e per creare alleanze tra le associazioni solidali e diversi comuni valdostani al punto che oggi sono i comuni a chiederci di far parte di questa grande carovana della solidarietà” ha sottolineato Claudio Latino, Presidente del CSV.

Quest’anno non ci sarà un tema principale, se non quello della volontà di ripartenza. Ci sarà però un filo conduttore “cromatico”, l’arancione, sotto il quale associazioni ed istituzioni si riuniranno nella grande famiglia della solidarietà. “Ci sembra importante, oggi più di ieri, celebrare chi, in Valle d’Aosta, fa dell’impegno e della solidarietà una pratica quotidiana. Il Donoday è anche questo: una grande occasione per dare visibilità al ruolo che le associazioni e i cittadini hanno giocato durante l’emergenza sanitaria dello scorso anno, la grande flessibilità e la voglia di collaborare che sono emersi durante la pandemia” ha dichiarato Ana Maria Eliggi, referente del DonoDay per il CSV.

Uno degli eventi di punta del DonoDay 2021 sarà la maturità civica dei neo-diciottenni di Aosta, che si terrà domenica 3 ottobre alle 16.30 al Teatro Splendor con Lorenzo Baglioni, matematico, cantante e showman, e Nicolò Triacca, responsabile area Europa di CSVnet. “Come Comune abbiamo fortemente voluto far entrare questo momento cruciale nella vita dei giovani nella rassegna del DonoDay: comprendere e assumere la dimensione del dono è profondamente legato al senso di consapevolezza di essere cittadini”, ha sottolineato il sindaco di Aosta Gianni Nuti.

Saranno più di venti i Comuni valdostani che hanno aderito moralmente o come organizzatori, con iniziative che coinvolgono tutte le fasce d’età. “Un comune esiste ed ha senso di esistere se c’è una comunità, non può essere un semplice dispensatore di servizi. Riscoprire il dono, la solidarietà e il ruolo delle associazioni è fondamentale per promuovere proprio il senso di comunità. Da qui la grande adesione a questa come alle precedenti edizioni del DonoDay” è il commento di Ronny Borbey, sindaco di Charvensod e membro del Consiglio di Amministrazione del Celva.

Il programma completo delle iniziative del DonoDay 2021 è disponibile qui:

Altre Notizie

Aumento capienza sale del CSV

La sala riunioni potrà ospitare fino a 15 posti, la formazione 25 e la sala conferenze 60. L’accesso è possibile solo se in possesso del green pass.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv