Quotidiamo lancia un appello: “mancano generi di prima necessità”

| News

[vc_row gap=”30″][vc_column width=”1/3″][vc_column_text][/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]Sugli scaffali dell’Emporio solidale Quotidiamo mancano generi di prima necessità. Lo dichiarano gli stessi responsabili dell’emporio che, da oltre un anno e mezzo, supporta nel fare la spesa oltre 200 nuclei famigliari in difficoltà economica.

A scarseggiare sono in particolare gli alimenti a lunga conservazione come pelati, passata di pomodoro, legumi (ceci, fagiolini, piselli, mais), riso, farina, zucchero, olio, biscotti, tonno da 80 gr, latte e sale. “Dall’inizio del 2018 registriamo un calo di donazioni – il 40% circa in meno – provenienti dagli armadi solidali che abbiamo posizionato in 5 supermercati valdostani di Aosta e cintura” spiega Emilio Roda, referente degli armadi per il Banco Alimentare che di Quotidiamo è partner e fondatore insieme alla Licd vda, la Lega Italiana contro il dolore della Valle d’Aosta.

Gli armadi hanno rappresentato finora una base preziosa di rifornimento per Quotidiamo: chiediamo ai valdostani, che sappiamo essere generosi, di non dimenticarsi di queste dispense solidali quando vanno a fare la spesa” sottolinea il coordinatore dell’emporio Giulio Gasperini.

Negli armadi solidali, collocati nei pressi delle uscite, a è possibile depositare cibi secchi e a lunga conservazione che vengono poi conferiti a “Quotidiamo”. Le dispense sono in tutto cinque e si trovano al Gros Cidac di Aosta, al Carrefour di Pollein, di Saint-Christophe e di corso battaglione ad Aosta e al Conad di Saint-Christophe. I cittadini possono eventualmente anche portare il cibo direttamente a “Quotidiamo” ogni giovedì mattina in via Vittorio Avondo, 23 ad Aosta nei locali messi a disposizione gratuitamente dalla cooperativa sociale La Sorgente.[/vc_column_text][vc_empty_space height=”20px”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_empty_space height=”70px”][vc_masonry_grid post_type=”post” max_items=”4″ element_width=”3″ gap=”20″ item=”544″ grid_id=”vc_gid:1531125887229-246d52ad-ba3f-0″ taxonomies=”1, 3″][/vc_column][/vc_row]


“Premio Regionale per il Volontariato”, candidature entro il 10 settembre

22/06/2021

Anche l’edizione 2021 si rivolge alle nuove fragilità e alle emergenze inedite conseguenti all’epidemia da Covid, premiando i migliori progetti volti a superare la fase critica attuale, siano essi rivolti al miglioramento della vita o alla promozione e valorizzazione dei diritti delle persone in campo socio-assistenziale, socio-sanitario e socio-educativo.

Il CSV aderisce a Pro Bono Italia

21/06/2021

La rete degli avvocati di Pro Bono Italia mette a disposizione degli ETS la consulenza gratuita degli studi legali aderenti. Nell’articolo un video di spiegazione del servizio.

Mercoledì 30 giugno l’assemblea ordinaria dei soci del CSV

17/06/2021

L’assemblea si terrà mercoledì 30 giugno alle 17 presso il cortile del Seminario vescovile in Via Xavier de Maistre n. 17 (accanto al CSV) rispettando tutte le indicazioni in materia di prevenzione da contagio COVID-19.

#RiformaTerzoSettore: Come pubblicare i contributi pubblici agli enti non profit


Tutte le indicazioni in vista della scadenza del prossimo 30 giugno per le organizzazioni che hanno ricevuto importi pari o superiori a 10.000 euro. E per non sbagliare, un fac-simile per la compilazione.

Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni