Rete nel campo dell’istruzione dei bambini e dei giovani provenienti da un contesto migratorio

TITOLO

KA 3 – Rete nel campo dell’istruzione dei bambini e dei giovani provenienti da un contesto migratorio

ABSTRACT

Il bando nell’ambito dell’Azione supporto alla definizione delle politiche e alla cooperazione intende sostenere una rete europea di soggetti pertinenti per analizzare e co-creare conoscenze su politiche efficaci per un’istruzione inclusiva di qualità dei bambini e dei giovani provenienti da un contesto migratorio, promuovere la cooperazione tra le diverse parti interessate, diffondere più ampiamente pratiche efficaci e approcci innovativi, sostenere la politica della Commissione UE sull’inclusione dei bambini e dei giovani provenienti da un contesto migratorio nella/attraverso l’istruzione e nel contesto dello Spazio europeo dell’istruzione.

 

ENTE EROGATORE

Commissione Europea – DG Educazione, Cultura e Audiovisivo

 

SCADENZA

12/10/2022

 

LINK AL PROGRAMMA

OBIETTIVI

Creare e sviluppare costantemente una rete ampia, sostenibile e inclusiva per facilitare il dialogo e la cooperazione tra responsabili politici, professionisti, ricercatori, rappresentanti delle comunità di migranti e altre parti interessate;
Analizzare e co-creare conoscenze su politiche efficaci per un’istruzione inclusiva di qualità di bambini e giovani provenienti da un contesto migratorio, al fine di sostenere lo sviluppo e l’attuazione delle politiche ai diversi livelli di governance, nonché ispirare gli interventi della Commissione UE sull’inclusione dei bambini e dei giovani provenienti da un contesto migratorio nell’istruzione e attraverso l’istruzione;
Individuare, condividere e promuovere pratiche efficaci e stimolare l’innovazione e lo sviluppo strategico nelle politiche;
Diffondere risultati e raccomandazioni all’interno e all’esterno della rete e ispirare il dibattito a livello di UE, compresa la cooperazione nell’ambito dello Spazio europeo dell’istruzione;
Monitorare e valutare l’impatto delle attività della rete sulla base di indicatori concreti e misurabili.

 

AZIONI FINANZIABILI

 Priorità tematiche per la rete

Sviluppo professionale degli insegnanti e dei dirigenti scolastici;
Garantire una valutazione completa e multidimensionale dei bambini rifugiati appena arrivati e delle competenze dei giovani;
Riconoscimento delle qualifiche degli alunni e degli studenti neo-arrivati;
Supporto all’acquisizione della lingua di scolarizzazione pur preservando le lingue e le culture esistenti;
Salute mentale e benessere degli alunni rifugiati e immigrati, apprendimento sociale ed emotivo, lotta ai traumi nell’ambito e attraverso l’istruzione;
Prevenzione della discriminazione e del bullismo, gestione dei conflitti interculturali;
Insegnamento su migrazioni, conflitti, guerre;
Digitalizzazione inclusiva;
Sostegno olistico all’integrazione, coinvolgendo famiglie e comunità più ampie;
Raccolta sistematica di dati rivolti alla politica.

Attività finanziabili

Creazione e ulteriore sviluppo della rete; cooperazione con istituzioni e organizzazioni partner all’interno e all’esterno della rete;
Attività volte a sviluppare, testare, adattare e adottare/attuare politiche e pratiche innovative;
Scambio di esperienze e buone pratiche, apprendimento tra pari, peer-review, visite di studio e workshop, organizzazione di conferenze e seminari;
Ricerche congiunte, indagini, studi e analisi, compresa l’analisi per Paese o la mappatura di approcci e pratiche; analisi delle riforme recenti o in corso;
Sensibilizzazione e disseminazione dei risultati;
Raccomandazioni politiche, valutazione e monitoraggio delle attività di rete.

 

DESTINATARI

Responsabili politici, professionisti, ricercatori, rappresentanti delle comunità di migranti e altre parti interessate.

PAESI AMMISSIBILI

Stati membri UE associati al Programma

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica ceca, Slovacchia, Romania, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria
PTOM – Paesi e Territori d’Oltremare: Olanda: Aruba, Bonaire, Curaçao, Saba, Sint Eustatius, Sint Maarten; 2. Francia: Nuova Caledonia, Polinesia francese, Terre australi e antartiche francesi, Isole di Wallis e Futuna, Saint Pierre e Miquelon, Saint Barthélemy; 3. Danimarca: Groenlandia

Paesi terzi associati al Programma

EFTA/SEE: Norvegia, Islanda e Liechtenstein
Repubblica di Macedonia del Nord, Turchia, Serbia

 

TERRITORI/PAESI DI REALIZZAZIONE

Le attività devono svolgersi negli Stati membri dell’UE, compresi i PTOM, e nei paesi terzi associati al programma.

BENEFICIARI

Persone giuridiche pubbliche e private stabilite in uno dei Paesi ammissibili

Sono ammissibili anche reti, che siano legalmente costituite come persone giuridiche, composte da almeno 15 membri provenienti da 15 diversi Paesi ammissibili.

DOTAZIONE FINANZIARIA DISPONIBILE

1.200.000 euro.

 

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO

La sovvenzione UE può coprire fino all’80% dei costi del progetto per un massimo di 1.200.000 euro.

 

MODALITA’ E PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE

L’azione è centralizzata, le candidature vanno presentate all’Agenzia esecutiva EACEA.

I progetti devono essere presentati da un consorzio (o una rete) costituito da almeno 15 soggetti di 15 diversi Paesi ammissibili.

I progetti proposti devono avere durata di 48 mesi, indicativamente con inizio da marzo 2023.

I passaggi per partecipare al bando sono dettagliatamente illustrati sul del Funding & Tender Portal accessibile dalla pagina web indicata dove sono reperibili anche i documenti necessari (formulari, guida, ecc.).

ID bando  ERASMUS-EDU-2022-NET-SCHOOL-HEADS-TEACHERS

 

LINGUA SCRITTURA DEL FORMULARIO

Le proposte possono essere presentate in qualsiasi lingua ufficiale dell’UE (l’abstract/sommario del progetto dovrebbe comunque essere sempre in inglese). Tuttavia, per motivi di efficienza, la Commissione invita ad usare l’inglese per l’intera candidatura.

Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonte ufficiali degli enti erogatori, vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. Infobandi non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare Infobandi come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la documentazione e verificare le procedure ufficiali.

altri bandi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv

La Newsletter del csv