Registro unico del terzo settore sempre più vicino, via libera dalle Regioni

| News

Il registro unico nazionale del terzo settore è sempre più vicino. Nella seduta del 10 settembre la Conferenza Stato-Regioni ha approvato la bozza del decreto che va a disciplinare il suo funzionamento e che attiva – finalmente – il processo per la sua effettiva operatività. Si attende, quindi, l’approvazione definitiva da parte del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali: dalla sua pubblicazione sono previsti 6 mesi per la realizzazione della piattaforma informatica, al termine dei quali inizierà il processo di popolazione, a partire dalla trasmigrazione delle Organizzazioni di volontariato e le Associazioni di promozione sociale dai relativi registri regionali e provinciali.

Il registro unico nazionale del terzo settore (Runts) è una delle più importanti novità previste dal Codice del terzo settore e lo strumento che renderà in gran parte operativa la Riforma. Il decreto prevede 40 articoli che disciplinano il funzionamento del Runts, in particolare le procedure di iscrizione e cancellazione degli enti, la loro migrazione da una sezione all’altra, la tipologia di documenti da presentare per l’iscrizione, la modalità di deposito degli atti e di trasmigrazione degli enti, le regole di gestione del registro e il funzionamento dei relativi uffici, le modalità di comunicazione con il Registro delle imprese.

Sette le sezioni previste: organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, enti filantropici, imprese sociali, reti associative, società di mutuo soccorso, altri enti del terzo settore. Previste una serie di disposizioni particolari per l’iscrizione delle reti associative – il cui riconoscimento è una delle novità della Riforma -, degli enti di protezione civile, delle società di mutuo soccorso, degli enti religiosi civilmente riconosciuti e degli enti del Terzo settore che esercitano la propria attività esclusivamente o principalmente in forma di impresa commerciale. Il decreto disciplina, inoltre, l’iscrizione degli enti con personalità giuridica.

Fonte: Lara Esposito – CSVnet


Settimana della legalità Bassa Valle dal 3 al 10 marzo

01/03/2021

Le videoconferenze sono rivolte sia alle istituzioni scolastiche sia all’intera comunità e vedranno il coinvolgimento di circa 900 studenti oltre che delle rispettive famiglie, dei docenti e personale educativo.

Aperto il bando del CSV per la presentazione di progetti sociali

23/02/2021

Scadenza il 23 marzo, le risorse ammontano a 420.000 euro. Il CSV fornirà consulenza e supporto in tutte le fasi. Venerdì 26 febbraio alle ore 16.30 si terrà un incontro informativo online con le associazioni.

Bando per progetti sociali, venerdì 26 febbraio un incontro informativo


Il CSV fornirà assistenza in ogni fase della progettazione. Per rispondere a tutte le domande ed ai dubbi delle associazioni, venerdì 26 febbraio alle 16.30 si terrà un incontro informativo online al quale parteciperà anche Beatrice Albensi, la nuova progettista.

“Senza fiato”, lo spettacolo teatrale sulla fibrosi cistica arriva online


“Apriamo il sipario sulla Fibrosi Cistica e sulla donazione degli organi” è un progetto a cura di LIFC Valle d’Aosta ODV. La versione “cinematografica” dello spettacolo del Teatro del Segno sarà online da sabato 27 febbraio.

Questo sito utilizza i cookie propri e di terze parti per garantire una migliore esperienza sul sito. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni