I Servizi Aci arrivano a casa dei cittadini più fragili

[vc_row gap=”30″][vc_column width=”1/3″][vc_column_text][/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]

I Servizi ACI arrivano a casa dei cittadini più deboli

Il CELVA promuove, in collaborazione con l’Automobile Club Italia (ACI), la campagna promozionale “ACI… Pensiamo Noi! I Servizi ACI a domicilio”, finalizzata a promuovere nei 74 Comuni valdostani il progetto “Servizi a domicilio”, che porta i servizi del P.R.A., il Pubblico Registro Automobilistico, direttamente a casa di tutti i cittadini che, per vari motivi, sono impossibilitati a recarsi presso gli sportelli ACI dedicati.

Cosa prevede “ACI… Pensiamo noi!”

Il progetto “Servizi a domicilio”, è rivolto a tutti i soggetti deboli che possono essere interessati a fruire del servizio, e in particolare disabili o persone affette da patologie che impediscono o rendono difficoltoso lo spostamento dal proprio domicilio; persone ricoverate presso case di cura, ospedali o case di riposo; detenuti presso istituti di pena, ospiti di comunità terapeutiche o di istituti di riabilitazione.

Grazie a tale iniziativa è possibile effettuare, senza spostarsi dal proprio domicilio, le principali formalità PRA, quali il trasferimento di proprietà dei veicoli (con l’autenticazione della sottoscrizione della dichiarazione di vendita), la perdita di possesso, il duplicato del certificato di proprietà, la radiazione per esportazione o la revoca del fermo amministrativo. I soggetti interessati dovranno presentare idonea documentazione comprovante i requisiti previsti per accedere al servizio.

L’iniziativa non prevede alcuna spesa aggiuntiva rispetto alle tariffe già previste per l’espletamento delle formalità.

Come accedere a “ACI… Pensiamo noi!”

Per richiedere il servizio gli interessati possono contattare l’Unità territoriale ACI-PRA di Aosta, telefonando al numero telefonico 0165 305411, oppure inoltrare la propria richiesta tramite il

Servizio prenotazione appuntamento, indicando il proprio recapito telefonico e/o email. Successivamente, il personale dell’Ufficio Provinciale ACI contatterà gli utenti per concordare i tempi e le modalità dei servizi, che saranno svolti esclusivamente da funzionari muniti di apposito tesserino di riconoscimento.

[/vc_column_text][vc_column_text]

[/vc_column_text][vc_empty_space height=”20px”][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_empty_space height=”70px”][vc_masonry_grid post_type=”post” max_items=”4″ element_width=”3″ gap=”20″ item=”544″ grid_id=”vc_gid:1518189538267-e1feff8e-1f59-9″ taxonomies=”1, 3″][/vc_column][/vc_row]

Altre Notizie

Green Pass necessario per l’accesso alla sede del CSV

Ai sensi del D.L. 127/2021, dal 15/10/2021 e sino al 31/12/2021, chiunque svolga la propria attività lavorativa, di formazione e di volontariato è obbligato, ai fini dell’accesso alla sede del CSV VDA ODV e dell’utilizzo delle sale, a possedere e ad esibire un Green Pass valido. Il CSV rimane a disposizione di tutti per qualsiasi richiesta di chiarimento o di informazioni all’indirizzo info@csv.vda.it o al numero di telefono 0165 23 06 85.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv