Trasmigrazione e iscrizione al registro unico nazionale del Terzo settore

Il 23 novembre 2021 è diventato operativo il registro unico nazionale del Terzo settore (Runts) e dal giorno successivo gli enti non profit in possesso dei requisiti per diventare enti del Terzo settore (Ets) possono presentare domanda di iscrizione.

Quanto detto vale in particolare per gli enti che ad oggi non risultano iscritti ad alcun registro di settore, quindi non in possesso delle qualifiche di organizzazioni di volontariato (Odv), associazioni di promozione sociale (Aps), Onlus, oltre che per quelli di nuova costituzione.

La situazione per Odv e Aps

Le organizzazioni di volontariato (Odv) e le associazioni di promozione sociale (Aps) iscritte nei rispettivi registri regionali e provinciali alla data del 22 novembre 2021, così come quelle che hanno presentato domanda di iscrizione o cancellazione alla stessa data e che sono state in seguito iscritte o non cancellate, sono oggi soggette al procedimento di “trasmigrazione”.

Qui di seguito viene riportata la linea del tempo con le principali date:

  • entro il 21 febbraio 2022, le Regioni e le Province autonome devono comunicare telematicamente al Runts i dati delle Odv e delle Aps iscritte ai rispettivi registri;
  • entro il 20 agosto 2022 (ipotizzando che il trasferimento dei dati si concluda il 21 febbraio 2022, cioè l’ultimo giorno utile) l’ufficio competente è chiamato a verificare per ogni ente la sussistenza di tutti i requisiti previsti per l’iscrizione al registro unico.

Le stesse date valgono anche per le Aps nazionali e per le articolazioni territoriali e i circoli affiliati alle stesse.

È importante ricordare che le Odv e le Aps oggetto di “trasmigrazione” non devono collegarsi alla piattaforma ministeriale e presentare domanda di iscrizione al Runts, in quanto per loro l’iscrizione al registro arriverà solo a seguito della procedura e quindi dell’istruttoria da parte dell’ufficio competente. Gli uffici del Runts non daranno infatti seguito ad eventuali domande di iscrizione pervenute tramite la piattaforma da parte di tali enti.

La situazione per le Onlus

Le modalità di iscrizione al Runts delle Onlus sono disciplinate dall’art. 34 del decreto ministeriale n. 106 del 2020.

Nella linea del tempo qui sotto vengono riportate le principali date per il procedimento di iscrizione delle Onlus.

Mancando ad oggi il provvedimento con cui l’Agenzia delle entrate comunica al Runts i dati e le informazioni degli enti che risultano iscritti all’anagrafe unica delle Onlus al 22 novembre 2021 (elenco che deve poi essere pubblicato sul sito dell’Agenzia delle entrate e dell’avvenuta pubblicazione deve essere data comunicazione anche in Gazzetta ufficiale), la conseguenza è che ad oggi tali enti non possono presentare domanda di iscrizione al registro unico.

Se è vero che le Onlus possono continuare a rimanere iscritte all’anagrafe unica, la quale verrà soppressa solo nel momento di entrata in vigore del nuovo regime fiscale degli Ets, non appare ragionevole che esse non possano comunque decidere oggi di iscriversi al Runts.

L’auspicio è quindi che l’Agenzia delle entrate pubblichi l’elenco prima possibile, permettendo anche alle Onlus che lo desiderano di iscriversi al registro unico.

Per un’analisi più approfondita della situazione delle diverse tipologie di enti in relazione all’iscrizione al Runts si rimanda all’articolo “Registro unico del Terzo settore: le date da segnare in agenda”.

Per un quadro generale, ecco le principali tappe del registro unico nazionale del Terzo settore sintetizzate in 11 “memo”, appunti di lavoro in grafica da scaricare, stampare e attaccare in bacheca.

Fonte: Daniele Erler – Cantiere Terzo Settore

Altre Notizie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv

La Newsletter del csv