Il Ministro Orlando annuncia l’invio a breve del dossier Terzo settore alla Commissione UE

Durante un convegno online promosso dai Consigli nazionali dei dottori commercialisti e del notariato, in collaborazione con «Il Sole 24 Ore», il Ministro del Lavoro Andrea Orlando ha fornito importanti indicazioni riguardanti il Terzo settore ed in particolare il Registro Unico Nazionale.

Come spiega Maria Carla De Cesari su “Il Sole 24 Ore” di sabato 17 aprile, il Ministro ha annunciato l’invio a breve del dossier Terzo settore alla Commissione UE, per quella parte della riforma che delinea un regime fiscale agevolato per gli enti iscritti al nuovo Registro Unico Nazionale.

In merito al RUNTS, iniziano a delinearsi delle previsioni di tempistiche, che vedrebbero l’entrata in vigore verso la fine di giugno o l’inizio di luglio, come stimato da Alessandro Lombardi, Direttore Generale del Terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese. Resta aperta la questione della personalità giuridica per gli enti che ne sono già in possesso: per il notariato non si prescinde dal controllo del notaio e dai requisiti patrimoniali, che secondo l’articolo del Codice, Dlgs 117/2017  costituiscono il nuovo sentiero per acquisire la personalità giuridica e iscriversi al Registro unico.

Per quanto riguarda il Recovery Plan ed il Terzo settore, il Ministro Orlando ha sottolineato l’importanza della coprogettazione e coprogrammazione: “il Terzo settore agisce trasversalmente e nelle linee si parla di coprogettazione e coprogrammazione: è importante spingere su tutta la Pubblica amministrazione affinché questi paletti siano rispettati. Quasi tutto il Recovery può riguardare il Terzo settore, dalla sostenibilità ambientale a quella sociale”, riporta Il Sole 24 Ore.

Altre Notizie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv