Lo Stage di volontariato prende un anno di pausa

Come era immaginabile, vista l’emergenza dovuta al Covid-19 e alle conseguenze in termini di sicurezza, lo stage estivo di volontariato quest’anno non si terrà. Sarebbe dovuto partire proprio questa domenica 14 giugno, coinvolgendo ragazzi in attività manuali o di animazione con bambini, diversamente abili e anziani.

Gli animatori del CSV VDA e dell’associazione Partecipare Conta si sono incontrati “a distanza” diverse volte prima di prendere la decisione di saltare per un’estate questa iniziativa rivolta ai giovani valdostani dai 14 ai 18 anni. La motivazione, oltre a questioni di distanziamento sociale (cosa che non si può garantire con un’esperienza di vita comunitaria residenziale), è che sarebbe stato arduo trovare enti e associazioni disposti – in questo momento delicato – ad accogliere e coinvolgere giovani minorenni nelle proprie attività, specialmente se di animazione a persone potenzialmente “fragili”.

Così si è scelto di fermarci, anche per darci l’opportunità di rimodulare lo stage estivo di volontariato e capire in cosa poter migliorare.

A tal fine si sta predisponendo un sondaggio sul quale coinvolgere i giovani partecipanti negli anni (dal 2006, con 3 valdostani partecipanti allo stage di Biella), le associazioni ed enti e i tutor che hanno accompagnato le varie settimane di servizio proposte. Con questa indagine vorremmo approfondire se l’esperienza dello stage ha offerto una maggiore sensibilità ai partecipanti sui temi della solidarietà e della partecipazione attiva, oltre ad offrirci le informazioni per poter migliorare questa occasione di impegno giovanile.

Nel frattempo vogliamo promuovere questo VIDEO fatto l’estate scorsa per evidenziare quanto di bello e utile può offrire lo stage estivo di volontariato. Per questo grazie ai 385 ragazzi che fino ad oggi si sono avvicendati in questa avventura.

E comunque, al prossimo anno!

Altre Notizie

Zona arancione: corsi in presenza solo con Green Pass rafforzato

A seguito del passaggio della Valle d’Aosta in zona arancione, le nuove regole prevedono che la partecipazione ai corsi di formazione in presenza nella sede del CSV è permessa soltanto a chi è in possesso di Green Pass rafforzato, ovvero la certificazione verde COVID-19 per vaccinazione o guarigione..

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Novità, aggiornamenti e curiosità dal mondo csv